rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cronaca Porto Empedocle

Pescatore trovato morto in mare, eseguita l'autopsia: è annegato

Il medico legale si è riservato di consegnare – nelle prossime settimane - in Procura, il referto sull’esame autoptico

Il pescatore quarantunenne, Aristide Daino, ritrovato morto venerdì mattina nelle acque antistanti all’area portuale di Porto Empedocle, è annegato. Il medico legale dell’università di Palermo – incaricato dal sostituto procuratore, titolare del fascicolo di inchiesta, Antonella Pandolfi, - ha effettuato ieri, all’obitorio del cimitero di Porto Empedocle, l’autopsia.

Acquisite nuove immagini 

Il medico legale si è, naturalmente, riservato di consegnare – nelle prossime settimane - in Procura, ad Agrigento, il referto sull’esame autoptico. Ieri, come avviene di routine in casi tanto delicati come questi, sono stati effettuati i prelievi per effettuare analisi biologiche e tossicologiche. Esami che serviranno, laddove possibile, a stabilire perché il pescatore è finito in mare.

Eseguita l'ispezione cadaverica 

Il “giallo”, almeno per il momento, dunque, rimane. E gli interrogativi dei poliziotti del commissariato “Frontiera” che, coordinati dal vice questore aggiunto Cesare Castelli, si stanno occupando delle indagini restano: ha avuto un improvviso malore? E’ banalmente scivolato? O qualcuno potrebbe averlo spinto? Pare che durante l’autopsia siano state rilevate ferite e traumi alle gambe e ai piedi, graffi superficiali, invece, alle mani. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescatore trovato morto in mare, eseguita l'autopsia: è annegato

AgrigentoNotizie è in caricamento