Netturbini al lavoro, Ida Carmina: "Presto torneremo alla normalità"

Fino a nuove disposizioni, potrà essere conferito soltanto l’organico e l’indifferenziato che vanno nelle discariche. No plastica, vetro e cartone che potranno essere messi all’esterno delle abitazioni solo quando saranno le giornate di raccolta previste in calendario 

E’ ripresa ieri mattina, dopo due settimane di stop, la raccolta dei rifiuti a Porto Empedocle. Ed è ripartita dopo che, domenica sera: momento dell’ennesimo vertice, in Prefettura, è stato raggiunto un accordo.

Riprende la raccolta dei rifiuti, scongiurata l'emergenza sanitaria 

“Sembra un caso che la vertenza si sia conclusa nella ricorrenza del nostro santo patrono, San Gerlando, - ha detto il sindaco Ida Carmina Carmina - . I netturbini avrebbero voluto ricominciare la raccolta il 26, ma ho insistito affinché già da oggi (ieri ndr.) venisse effettuato un intervento per mettere in sicurezza la città, la  circolazione stradale soprattutto. A causa del vento straordinario degli ultimi giorni, i rifiuti sono stati sparpagliati ovunque – ha spiegato il sindaco di Porto Empedocle - . I rifiuti per strada rendono pericolosa la circolazione, oltre al rischio igienico sanitario. Con la delibera di Giunta, le aziende potranno chiedere disponibilità finanziaria alle banca e quindi cominciare a corrispondere l'arretrato che vantano i netturbini. L'arrivo dei fondi dell’emendamento (oltre 5 milioni di euro ndr.) – ha tenuto a sottolineare l’amministratore - renderà più serena la vita della comunità. Saranno recuperare le fatture scadute all'azienda, i netturbini avranno il loro arretrato. 

Raccolta dei rifiuti ferma da 12 giorni, Porto Empedocle verso lo stato di calamità

Ci sono però tante cose da valutare: il contratto è troppo oneroso e in pochi pagano correttamente le tasse”. Ida Carmina, ricordando di aver già dato incarico ad un legale affinché studiasse e valutasse il contratto di servizio con la Realmarina, ha poi rilanciato: “Chiediamo la realizzazione del centro comunale di raccolta e delle isole ecologiche. Il contratto deve essere rispettato perché se i cittadini pagano devono avere il servizio. Nel contratto è previsto servizio molto puntuale, il che renderebbe la città uno specchio. Si esige, però, la collaborazione dei cittadini. E in questi giorni di difficoltà, molti hanno manifestato grande senso civico non esponendo, né abbandonando lungo le vie, i rifiuti. Molti si sono attenuti all’ordinanza. Speriamo al ritorno della normalità nel più breve tempo possibile”.

"Salta" anche la ditta sostitutiva, Porto Empedocle è sola e sommersa dai rifiuti 

Fino a nuove disposizioni, a Porto Empedocle potrà essere conferito soltanto l’organico e l’indifferenziato che vanno nelle discariche. No plastica, vetro e cartone che potranno essere messi all’esterno delle abitazioni solo quando saranno le giornate di raccolta previste in calendario. 

Potrebbe interessarti

  • Tre metodi a confronto per pulire il condotto uditivo

  • Il paddle, lo sport dei vip che è ormai diventato mania

  • Il caffè è buono e fa bene

  • La parete verde: come organizzare il giardino verticale in casa

I più letti della settimana

  • "Prendo il reddito di cittadinanza, voglio rendermi utile": cittadino ripulisce piazza

  • "Sequestro di persona e abuso d'ufficio", Legambiente Sicilia denuncia Salvini

  • Chef Rubio choc su Instagram: "Lampedusa? Bella, ma è anche l'isola della cocaina e mafia"

  • Ignoti strappano annuncio mortuario per il trigesimo di Andrea Camilleri

  • Chiesa agrigentina, ecco tutti i nuovi parroci nominati dal cardinale

  • Blitz dei carabinieri in Caf e patronati: trovati dei lavoratori in nero

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento