Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca Porto Empedocle

Va a minacciare famiglia con una pistola ma lo massacrano a bastonate, chieste 5 condanne

Da una parte il pescivendolo Libertino Vasile Cozzo (4 anni è la richiesta del pm), dall'altra quattro componenti della famiglia Freddoneve nei cui confronti sono stati proposti 3 anni

“Vi devo ammazzare tutti, vi devo sterminare”. Il pescivendolo empedoclino Libertino Vasile Cozzo, 44 anni e una lunghissima serie di precedenti alle spalle, anche per omicidio, sarebbe andato con una pistola clandestina nel deposito di pesce dove avrebbe dovuto consumare una vendetta per non meglio precisati motivi di astio.

In realtà i rivali pare fossero molto preparati a situazioni del genere e lo avrebbero accerchiato con un bastone picchiandolo selvaggiamente alla testa, al volto e fratturandogli una gamba. Il pubblico ministero Alfonsa Fiore, a conclusione della requisitoria, ha chiesto la condanna di tutti gli imputati.

Vasile Cozzo, nella circostanza, fu anche arrestato ma non fu subito messo a fuoco il ruolo dei suoi avversari.

Davanti al giudice monocratico Alfonso Pinto, sono imputati, oltre a Vasile Cozzo, i quattro pescivendoli – tre fratelli e un loro nipote - che lo avrebbero brutalmente picchiato. Si tratta di Stanislao Freddoneve, 51 anni; Giovanni Freddoneve, 26 anni, Gaspare Freddoneve, 43 anni e Carmelo Freddoneve, 57 anni.

Per Vasile Cozzo, difeso dall’avvocato Raimondo Tripodo, l’accusa è di minaccia aggravata dall’uso dell’arma. I Freddoneve, assistiti dall’avvocato Salvatore Pennica, sono imputati di lesioni aggravate. 

Il pm, ritenendo provati i fatti, ha chiesto la condanna di tutti i 5 imputati. Il 26 febbraio, dopo l'arringa dell'avvocato Tripodo, potrebbe essere emessa la sentenza.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Va a minacciare famiglia con una pistola ma lo massacrano a bastonate, chieste 5 condanne

AgrigentoNotizie è in caricamento