Sabato, 20 Luglio 2024
Prefettura / Porto Empedocle

Emergenza migranti a Porto Empedocle, uso Palasport solo in caso di necessità

Il prefetto: "Grande plauso a tutti gli operatori di polizia, agli autisti dei pullman che arrivano anche in orari improponibili e pure per Ferragosto, ma soprattutto un ringraziamento di cuore agli uomini e alle donne della Croce rossa e ai volontari di Protezione civile"

"Grande plauso a tutti gli operatori di polizia, agli autisti dei pullman che arrivano a Porto Empedocle anche in orari improponibili e anche il giorno di Ferragosto, ma soprattutto un ringraziamento di cuore lo voglio fare agli uomini e alle donne della Croce rossa e ai volontari di Protezione civile. Fra tutti gli operatori, i volontari meritano un cenno particolare proprio perché volontario. Idealmente li abbraccio tutti". Lo ha detto il prefetto di Agrigento, Filippo Romano, rivolgendosi a quanti stanno gestendo la situazione infernale di Porto Empedocle dove, nell'area di pre-identificazione del porto, ci sono 1.269 migranti e dove ieri sera ci sono stati disordini e rischi. Il prefetto ha stabilito che, per oggi e domani, solo il dirigente del commissariato di polizia, il vice questore Chiara Sciarabba, potrà decidere, solo in caso di estrema necessità, se, come e quando, spostare dei migranti al Palasport che ancora non è stato completamente ripulito ed ha dei problemi ai servizi igienici.

Porto Empedocle si attrezza per accogliere i migranti: se ne potranno ospitare fino a 600

Solo domani il Palasport potrà essere utilizzato in sicurezza, ma domani arriveranno le tende dei vigili del fuoco e della Protezione civile regionale. "Verranno posizionate anche delle tende piccoline, mono o bifamiliari, - ha spiegato Romano - . Potrebbe pure accadere che il Palasport non venga proprio utilizzato, oppure che venga usato per un paio di giorni e poi verrà tenuto solo per le emergenze e in numeri ridotti". Il prefetto sta cercando di contemperare le esigenze dei migranti, ma anche dei lavoratori di Porto Empedocle dopo che ieri, un barista e i suoi dipendenti, si erano incatenati per impedire l'accesso dei nordafricanti nella struttura che è inagibile per usi sportivi. "Il sindaco di Porto Empedocle ci ha fatto visitare anche uno dei capannoni industriali che ci sono in zona, potrebbe essere utilizzabile, ma non nell'immediato" - ha concluso il prefetto di Agrigento che continua a cercare soluzioni per evitare che migliaia di persone, fra cui donne e bambini, trasferite dall'hotspot di Lampedusa, restino sotto il sole o all'addiaccio durante la notte - . 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza migranti a Porto Empedocle, uso Palasport solo in caso di necessità
AgrigentoNotizie è in caricamento