Terminata la quarantena, ritardi nello sbarco dei "negativi": migranti avviano sciopero della fame

Pare che, al momento, non sia stata ancora trovata una collocazione sicura - una struttura - per il gruppetto che doveva essere sbarcato oggi

La nave-quarantena Moby Zazà

Hanno iniziato lo sciopero della fame. Alcuni dei migranti che si trovano sulla nave-quarantena "Moby Zazà", oggi, terminato il periodo di sorveglianza sanitaria, avrebbero dovuto lasciare l'imbarcazione per essere trasferiti altrove. Il tampone rino-faringeo di controllo, per tutti loro, è del resto risultato negativo.

Pare che, al momento, non sia stata, però, ancora trovata una collocazione sicura - una struttura - per il gruppetto. Si starebbe registrando, dunque, un po' di ritardo sulla tabella di marcia dello sbarco e questo avrebbe fatto surriscaldare gli animi. I migranti hanno, infatti, iniziato, per protesta, uno sciopero della fame.

Accanto la "Moby Zazà" - per il classico e sistematico monitoraggio - resta il pattugliatore della Guardia di finanza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Coronavirus sulla Moby Zazà, nuovi tamponi per i 181 migranti negativi

Per oggi è previsto, inoltre, il cambio di turno degli operatori sanitarii della Croce Rossa. E' in fase d'organizzazione, dunque, anche questo. Pare che la nave, questa volta, possa non rientrare in porto e che il cambio turno possa essere effettuato con le motovedette della Capitaneria. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Vendesi villa da sogno", casa Modugno a Lampedusa potrà essere acquistata

  • I contagi da Covid-19 continuano ad aumentare, firmata l'ordinanza: ecco tutti i nuovi divieti

  • Boom di contagi da Covid-19 ad Aragona, i genitori: "Prima la salute dei nostri figli, scuole chiuse subito"

  • A 214 km orari sulla statale 640, raffica di multe per l'elevata velocità e per uso del cellulare

  • Emergenza Covid-19: diagnosticati 7 nuovi contagi ad Aragona che è a 16 casi: positivi anche ad Agrigento e Sciacca

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona e tamponi positivi anche a Licata

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento