Cronaca

Terminata la quarantena, ritardi nello sbarco dei "negativi": migranti avviano sciopero della fame

Pare che, al momento, non sia stata ancora trovata una collocazione sicura - una struttura - per il gruppetto che doveva essere sbarcato oggi

La nave-quarantena Moby Zazà

Hanno iniziato lo sciopero della fame. Alcuni dei migranti che si trovano sulla nave-quarantena "Moby Zazà", oggi, terminato il periodo di sorveglianza sanitaria, avrebbero dovuto lasciare l'imbarcazione per essere trasferiti altrove. Il tampone rino-faringeo di controllo, per tutti loro, è del resto risultato negativo.

Pare che, al momento, non sia stata, però, ancora trovata una collocazione sicura - una struttura - per il gruppetto. Si starebbe registrando, dunque, un po' di ritardo sulla tabella di marcia dello sbarco e questo avrebbe fatto surriscaldare gli animi. I migranti hanno, infatti, iniziato, per protesta, uno sciopero della fame.

Accanto la "Moby Zazà" - per il classico e sistematico monitoraggio - resta il pattugliatore della Guardia di finanza.

Coronavirus sulla Moby Zazà, nuovi tamponi per i 181 migranti negativi

Per oggi è previsto, inoltre, il cambio di turno degli operatori sanitarii della Croce Rossa. E' in fase d'organizzazione, dunque, anche questo. Pare che la nave, questa volta, possa non rientrare in porto e che il cambio turno possa essere effettuato con le motovedette della Capitaneria. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terminata la quarantena, ritardi nello sbarco dei "negativi": migranti avviano sciopero della fame

AgrigentoNotizie è in caricamento