rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca Porto Empedocle

"Non si rassegna alla separazione, minaccia la moglie e la va a cercare con una cesoia": 43enne allontanato dal gip

L'uomo era stato arrestato dai carabinieri dopo le denunce della presunta vittima che aveva ricevuto numerosi messaggi intimidatori e avrebbe rischiato di venire investita con l'auto

Arresto convalidato e divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla vittima nonchè di comunicazione con qualsiasi mezzo. Lo ha disposto il gip Francesco Provenzano nei confronti del 43enne di Porto Empedocle, arrestato dai carabinieri martedì con l'accusa di maltrattamenti ai danni dell'ex moglie.

L'uomo l'avrebbe pedinata e minacciata perchè non accettava la separazione. Negli ultimi giorni la tensione sarebbe salita con l'invio di numerosi messaggi minatori indirizzati alla moglie anche attraverso altri familiari. Prima avrebbe cercato di investirla con l'auto, poi avrebbe inviato un messaggio all'ex cognato dicendo che la sorella era "un morto che cammina" e, fra le altre cose, avrebbe messo un bigliettino con una croce disegnata sul parabrezza dell'auto della donna. 

Infine, dopo avere mandato un messaggio all'ex cognato con la foto di un coltello e la scritta "ci tagghiu i cannarozzi", la donna chiamò i carabinieri che lo bloccarono ubriaco, al volante della sua auto, con una cesoia e due cacciaviti.

Il quarantatreenne, assistito dal suo legale di fiducia Alfonso Neri, durante l'interrogatorio ha ammesso i fatti chiedendo scusa e dicendo di essere disperato. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Non si rassegna alla separazione, minaccia la moglie e la va a cercare con una cesoia": 43enne allontanato dal gip

AgrigentoNotizie è in caricamento