rotate-mobile
Giovedì, 11 Agosto 2022
Cronaca Porto Empedocle

Intercettato barcone a 13 miglia da Porto Empedocle, c'è una nuova rotta?

A "recuperare" i 46 sedicenti tunisini, fra cui cinque donne, è stata la Guardia costiera. Il gruppo è stato subito portato a terra e sono state eseguite le identificazioni

Sono stati intercettati a 13 miglia dalla costa di Porto Empedocle. Stavano facendo rotta, su una piccola imbarcazione, proprio verso la costa Agrigentina. A "recuperare" i 46 sedicenti tunisini, fra cui cinque donne, è stata la Guardia costiera di Porto Empedocle. Il gruppo è stato subito portato a terra, nel porto empedoclino, ed eseguite le identificazioni, i 46 sono stati trasferiti verso una struttura d'accoglienza di Trapani. A scortare il trasferimento sono stati i carabinieri. 

VEDI IL VIDEO: Doppio sbarco a Punta Bianca, bloccati 11 migranti

L'episodio di oggi segue quello di martedì sera, quando - a Punta Bianca - giunsero due imbarcazioni, di circa 7 metri ciascuna, con all'interno una quarantina, forse addirittura una cinquantina, di migranti, la maggior parte dei quali tunisini. Soltanto 11, quella sera, vennero bloccati dai poliziotti delle "Volanti". Gli altri sono riusciti a dileguarsi. 

Il fatto che, a distanza di così poco tempo, venga "recuperata", in acque Agrigentine, un'altra imbarcazione carica di sedicenti tunisini, potrebbe rivelarsi inquietante. E' stata, forse, tracciata una nuova rotta? O c'è un'imbarcazione più grande - una "nave madre" - che lascia, a poca distanza dalla costa, queste barchette piccole con a bordo massimo una cinquantina di persone? 

Spetterà naturalmente agli investigatori dare delle risposte. La Guardia costiera di Porto Empedocle, naturalmente, sta già conducendo un capillare e meticoloso pattugliamento delle acque antistanti all'Agrigentino. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Intercettato barcone a 13 miglia da Porto Empedocle, c'è una nuova rotta?

AgrigentoNotizie è in caricamento