Positiva al Covid e alle prime settimane di gravidanza, "Moby Zazà" rientra in porto per sbarcare una giovane

L'immigrata, originaria del Camerun, si trovava con altre 27 persone nella cosiddetta "zona rossa" creata all'interno dell'imbarcazione. E' stata trasferita, in via precauzionale, all'ospedale Cervello di Palermo

La Moby Zazà

La nave-quarantena "Moby Zazà", che è in rada a Porto Empedocle, è rientrata al porto. Croce Rossa e Guardia costiera hanno fatto sbarcare una donna di 31 anni, alle prime settimane di gravidanza, che verrà trasferita, in via precauzionale, all'ospedale Cervello di Palermo. Si tratta di una donna, originaria del Camerun, che era risultata, la scorsa settimana, positiva al Coronavirus. La donna era nella cosiddetta "zona rossa" - creata all'interno dell'imbarcazione - assieme ad altre 27 persone. 

Salgono a 47 i tunisini sbarcati dalla Moby Zazà: andranno in Puglia

Stamani, appunto, in via precauzionale, il trasferimento verso la struttura ospedaliera di Palermo.

La "Moby Zazà", trovandosi in porto, verrà poi rifornita di generi alimentari e carburante. 

Già, nei giorni scorsi, dalla Moby Zazà c'era stata un'altra evacuazione medica per un migrante che aveva dolori al basso ventre. 

Migranti infettati da Covid-19, il Viminale: "Istituita una zona rossa sulla Moby Zazà"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla statale 115: scontro fra auto e furgone, morta una 59enne di Licata

  • Coronavirus, nuovo boom di contagi in provincia: ad Aragona muore ex sindaco, una vittima pure a S. Giovanni Gemini

  • Covid-19, il virus torna a tenere sotto scacco Canicattì: un morto e 35 nuovi positivi

  • Coronavirus, crescono i casi a Canicattì (+11), Ravanusa (+9), Campobello (+3), Racalmuto e Licata (+1): c'è anche un morto

  • Scoperto stabilimento dolciario abusivo, sequestrati generi alimentari scaduti e mal conservati: un arresto

  • Il nuovo Dpcm 3 dicembre, cosa si può fare e non fare: tutte le regole di Natale 2020 (e i metodi per "aggirarle")

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento