menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Incendiata l'auto di un operaio, sequestrato il ciclomotore usato dal piromane

Il due ruote è stato utilizzato da colui che avrebbe appiccato il fuoco all’utilitaria. E' stato, però, inspiegabilmente, è stato lasciato a pochi passi dal falò

Nuovo incendio di auto, per la seconda volta nel giro di due giorni, in via Dello Sport. A bruciare – erano passate le due, della notte fra mercoledì e ieri, - è stata una Peugeot 206 di proprietà di un operaio cinquantenne. Le fiamme sono state domate dai vigili del fuoco del comando provinciale di Agrigento. In via Dello Sport, anche i poliziotti del commissariato “Frontiera”. Nessun dubbio – non questa volta – sul fatto che l’incendio sia di matrice dolosa. Gli agenti del commissariato di Porto Empedocle avrebbero infatti ritrovato, e sequestrato, un ciclomotore. Un mezzo che sarebbe stato utilizzato – secondo una ipotesi investigativa – da colui che avrebbe appiccato il fuoco all’utilitaria. Un ciclomotore che, però, inspiegabilmente, è stato lasciato proprio in via Dello Sport, a pochi passi dall’auto a fuoco. Ed è concentrandosi proprio sul ciclomotore che i poliziotti, ieri, muovevano i primi passi investigativi. Scontato anche un fatto: l’incendiario sarebbe scappato a piedi e non si sarebbe lasciato – almeno apparentemente – alcuna traccia dietro le spalle. Ma la chiave di volta – dell’attività investigativa – potrebbe essere proprio quel ciclomotore abbandonato.

Appena due giorni prima, sempre in via Dello Sport appunto, per cause non chiare, sono andate a fuoco una Audi TT e Audi A3, entrambe dello stesso proprietario: un empedoclino di 55 anni. In quel caso, intervennero i poliziotti della sezione Volanti della Questura di Agrigento, oltre che i pompieri. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento