rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Indagini / Porto Empedocle

Versano benzina sul portone e appiccano il fuoco: disoccupato nel "mirino" degli avvertimenti

Gli abitanti della residenza sono riusciti a mettersi in salvo e non si sono registrati, per fortuna, feriti. Le fiamme sono state spente dai vigili del fuoco, mentre dell'attività investigativa si stanno occupando i carabinieri

Versano benzina sul portone di ingresso dell’abitazione di un trentasettenne disoccupato, in contrada Ciuccafa a Porto Empedocle, e appiccano il fuoco. E’ accaduto nella notte fra martedì ed ieri. Erano le 2 circa quando è stato lanciato l’allarme da alcuni residenti della zona che si sono accorti delle fiamme. Sono immediatamente accorsi i vigili del fuoco del comando provinciale di Agrigento e i carabinieri del nucleo Operativo e Radiomobile della compagnia della città dei Templi, oltre che i colleghi della stazione cittadina. Gli abitanti della residenza sono riusciti a mettersi in salvo e non si sono registrati, per fortuna, feriti.

I pompieri, idranti alla mano, hanno circoscritto il rogo e poi sono riusciti ad avere la meglio. Nessun dubbio, anche perché a dire degli investigatori c’era una gran puzza di benzina nell’aria, sulla natura dolosa di quello che ha tutte le caratteristiche dell’avvertimento.

I carabinieri hanno, già nottetempo, avviato le indagini e hanno, è procedura del resto, sentito il proprietario della casa: il trentasettenne empedoclino disoccupato. Fitto, inevitabilmente, il riserbo investigativo. Nessuno, ieri, infatti, lasciava trapelare neanche la più piccola delle indiscrezioni.

Non è escluso però che i militari dell’Arma riescano, ancora una volta, ad individuare il piromane. L’attività investigativa, ieri, risultava essere in corso. Appare scontato, anche se non ci sono conferme istituzionali al riguardo, che i carabinieri abbiano provato anche a sentire alcuni residenti di contrada Ciuccafa e questo, naturalmente, per appurare se siano state notate inusuali – e per questo sospette – presenze in zona, poco prima dell’incendio. Nelle scorse settimane, i carabinieri della compagnia di Agrigento sono riusciti ad identificare – e a denunciare alla Procura della Repubblica – l’uomo che, a San Leone, ha appiccato un incendio a due autovetture parcheggiate. Tutt’altra storia e tutt’altro contesto, naturalmente. Ma l’obiettivo, anche a Porto Empedocle, è lo stesso. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Versano benzina sul portone e appiccano il fuoco: disoccupato nel "mirino" degli avvertimenti

AgrigentoNotizie è in caricamento