Impiegati comunali senza stipendio, sit-in davanti la Prefettura e assemblee

Le proteste verranno sospese nel caso in cui i fondi regionali dovessero rimpinguare le casse del Municipio che è in dissesto finanziario 

Un passato sciopero dei dipendenti comunali

Martedì faranno un sit-in davanti la Prefettura di Agrigento. In mano hanno anche un calendario di assemblee quotidiane, di due ore ciascuna, per reclamare attenzione. Sono i dipendenti comunali di Porto Empedocle che da circa un mese hanno proclamato lo stato di agitazione e hanno anche occupato, negli scorsi giorni, gli uffici Finanziari del Municipio.

Le casse del Comune sono al verde, impiegati senza stipendio da due mesi 

Non hanno ricevuto gli stipendi di ottobre e novembre e, per tutti loro, si prospetta un Natale “nero” senza la possibilità di ottenere neanche lo stipendio di dicembre, né la tredicesima. Ieri, durante una affollata assemblea, è stato deciso - secondo quanto rende noto Floriana Russo Introito, segretaria generale della Cisl Funzione pubblica - come muoversi nei prossimi giorni. E' scontato, naturalmente, che le proteste verranno sospese nel caso in cui i fondi regionali dovessero rimpinguare le casse del Municipio che è in dissesto finanziario. 

"I dipendenti pubblici, essendo creditori privilegiati in quanto sottoscrittori di un contratto di lavoro dipendente direttamente con il Comune di Porto Empedocle ritengono, infatti, di essere i primi destinatari dei fondi destinati all’ente poiché inviati specificatamente per il pagamento dei dipendenti e reclamano, pertanto, la priorità di pagamento rispetto ad altri creditori" - ha scritto la segretaria generale della Cisl Fp - . Nessuno riferimento esplicito, ma, come sembra, si sta innescando una nuova "guerra" con gli operatori ecologici. I netturbini, nelle scorse settimane, hanno fatto quattro giorni di sciopero, di cui due "selvaggio".  
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Focolaio di coronavirus in casa di riposo, oltre 50 i positivi: Campobello è a rischio "zona rossa"

  • Auto sbatte contro un cancello e si ribalta lungo la statale 122, morto il ventiseienne

  • Paura e contagi fuori controllo nell'Agrigentino, Cuffaro sbotta: "La verità? Siamo in mano a nessuno"

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona: 24 in un solo giorno e si arriva a 65 positivi, un'altra vittima a Canicattì

  • Coronavirus, i positivi continuano ad aumentare: chiuse piazze e vie e stop alle scuole

  • Incidente sulla statale 115: violento scontro frontale fra auto, due feriti in ospedale

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento