"Allacci abusivi e furto d'acqua": arrestati quattro empedoclini

Il giudice, dopo avere convalidato i provvedimenti dei carabinieri, ha rimesso in libertà gli imputati rinviando il processo a settembre

Allacci abusivi alla rete idrica pubblica e furto d'acqua. I carabinieri della stazione di Porto Empedocle, all’esito degli accertamenti tecnici eseguiti assieme al personale di Girgenti Acque, hanno arrestato 4 persone. A tutti è stata contestata l'ipotesi di reato di furto aggravato. 

I militari dell'Arma hanno trovato - in un condominio - degli allacci abusivi: collegamenti fra gli impianti domestici e la rete pubblica dell’acqua potabile. 

I 4 indagati sono stati sottoposti, su richiesta del pubblico ministero, a processo per direttissima. All’esito dell’udienza, celebratasi stamane, in accoglimento delle istanze dei difensori Nino Gaziano, Salvatore Butera e Alba Raguccia, il giudice dopo avere convalidato gli arresti ha rimesso in libertà gli imputati rinviando il processo a settembre per la scelta di eventuali riti alternativi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Coronavirus e zona "gialla", ecco tutte le regole in vigore da domani

  • Focolaio di coronavirus in casa di riposo, oltre 50 i positivi: Campobello è a rischio "zona rossa"

  • L'incubo deviazione è finito: dopo 2 anni e 2 mesi riapre la galleria Spinasanta

  • Coronavirus, 4 morti fra Campobello, Palma e San Biagio: tornano ad aumentare i contagi

  • Coronavirus, il bollettino dell'Asp: 88 nuovi positivi, 6 ricoverati e 2 vittime

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento