Cronaca Porto Empedocle

Famiglia in isolamento a causa del Covid, è tempo di solidarietà: gli empedoclini portano in caserma buste ricolme di generi alimentari

Nei sacchetti, in maniera particolare, sono stati messi latte e pannolini per la piccina di tre mesi e mezzo, anche lei contagiata dal Coronavirus

Una parte dei sacchetti di spesa portati alla caserma dei carabinieri

E' il tempo della solidarietà. Porto Empedocle, città che ha sempre avuto un grande cuore, venuta a conoscenza dello stato di indigenza e di difficoltà di una famiglia di concittadini che è in quarantena a causa del Covid, ieri, per l'intera giornata, hanno fatto avanti e indietro dalla caserma dei carabinieri. Tanti, anzi tantissimi, coloro che hanno portato delle buste ricolme di generi alimentari da donare alla famiglia in difficoltà. Nelle buste, in maniera particolare, gli empedoclini hanno messo latte e pannolini per la piccina di tre mesi e mezzo, anche lei contagiata dal Coronavirus.

Contagiati dal Covid e costretti all'isolamento, restano senza acqua e alimenti: i carabinieri fanno la spesa alla famiglia

caserma carabinieri di porto empedocle-2

Il cuore grande dei carabinieri, il maresciallo Sistilli alla famiglia in difficoltà: "Le istituzioni vi seguiranno"

Il maresciallo maggiore della stazione di Porto Empedocle, Igor Sistilli, il primo a mettere mano al portafogli e a fare la spesa alla famiglia in difficoltà, ha anche coinvolto un paio di parroci per la consegna e la distribuzione dei viveri alla famiglia che è rinchiusa nell'appartamento di via Dello Sport. Ma il sottufficiale sta facendo ancora di più. Sta cercando di trovare delle soluzioni affinché, superato questo momento di emergenza sanitaria, la famiglia - il marito ha 52 anni, la moglie 38 e i figli hanno 15, 17, 18 anni e la piccina di 3 mesi e mezzo - continui ad essere aiutata. E una strada, attraverso dei privati, sembrerebbe essere stata individuata. Dalla compagnia dell'Arma di Agrigento, che è coordinata dal capitano Marco La Rovere, e dal comando provinciale con a capo il colonnello Vittorio Stingo, già da tempo, viene ricordato ai militari dislocati sul territorio di dare concretezza allo slogan "Possiamo aiutarvi". E, a Porto Empedocle, così effettivamente e concretamente stanno facendo i carabinieri. Anche il prefetto Maria Rita Cocciufa, nella giornata di giovedì, si è mobiliato.

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Famiglia in isolamento a causa del Covid, è tempo di solidarietà: gli empedoclini portano in caserma buste ricolme di generi alimentari

AgrigentoNotizie è in caricamento