menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Una patente di guida (foto archivio)

Una patente di guida (foto archivio)

Esibisce la patente di cui aveva denunciato lo smarrimento, 26enne nei guai

Polizia e Procura avevano già aperto, a carico del giovane, un'inchiesta per l'ipotesi di reato di falso ideologico commesso da privato

Sorvegliato speciale, con obbligo di soggiorno a Porto Empedocle, viene investito da un'autovettura e, con l'autoambulanza del 118, viene portato al pronto soccorso dell'ospedale "San Giovanni di Dio". Trattandosi di un sorvegliato speciale, si precipita la polizia di Stato che, per identificarlo, gli chiede un documento. L'empedoclino fornisce dunque ai poliziotti del commissariato "Frontiera" la sua patente di guida.

Quella stessa patente di cui aveva denunciato lo smarrimento e per cui, sospettando che non fosse vero, polizia e Procura avevano aperto un'inchiesta per l'ipotesi di reato di falso ideologico commesso da privato. Di fatto, in pronto soccorso, l'empedoclino ventiseienne - stando alle accuse - non avrebbe fatto altro che servire su un piatto d'argento, alla polizia di Stato, la prova del reato. Quella patente che era stata revocata con provvedimento prefettizio e di cui lui aveva, invece, falsamente - secondo l'accusa - , denunciato lo smarrimento. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento