menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il porto

Il porto

Estrazione di gas dal pozzo Cassiopea, pubblicato maxi appalto per il porto

Si cerca un'azienda per fornire i servizi "ancillari" dal valore di oltre 3 milioni e mezzo di euro

Partono i lavori per l'estrazione di gas dal pozzo "Cassiopea" a largo delle coste agrigentine e nissene, e il porto di Porto Empedocle diventa strategico.

Un rigassificatore a Porto Empedocle? Infuria la polemica

L'Eni ha infatti messo a gara un maxi appalto da 3 milioni e mezzo di euro per i cosiddetti "servizi ancillari", cioè l'appoggio tecnico e logistico a terra per consentire lo svolgimento dei lavori. Il contratto riguarda la fornitura di servizi di logistica che prevederanno la creazione di un’area di stoccaggio materiali, servizi di carico e scarico di attrezzature, fornitura di mezzi e accessori per il trasporto e il sollevamento, di materiali di consumo, approvvigionamento idrico eccetera oltre che garantire dei servizi non ancora oggi presenti al porto come il “guardia fuochi”, con il posizionamento di un mezzo antincendio per consentire l’imbarco del diesel. Questo anche perché nell’appalto è previsto che nell’area demaniale da utilizzare da punto di appoggio si debba prevedere uno spazio di almeno 200 metri quadrati “adibito a bacino di contenimento coperto per stoccare lubrificanti o prodotti chimici”.

La nuova "via della Seta", i cinesi interessati al porto empedoclino

Nessun rigassificatore o centro di stoccaggio del gas liquefatto è previsto perché, semplicemente, la risorsa estratta verrà pompata direttamente verso Gela.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Coronavirus

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento