"Nascondeva oltre 4 chili di hashish", arrestato pescatore 45enne

Michele Lo Negro è stato trasferito al carcere "Di Lorenzo". La "roba" era nascosta in un magazzino, al via indagini sulla provenienza di tutti quei panetti

Lo stupefacente sequestrato a Porto Empedocle, nel riquadro: Michele Lo Negro

Trovati e sequestrati panetti di hashish per circa 4 chili e 290 grammi. I poliziotti del commissariato "Frontiera" di Porto Empedocle hanno arrestato, in flagranza di reato, per l'ipotesi di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio, Michele Lo Negro, pescatore empedoclino di 45 anni.  

Plauso del Movimento poliziotti democratici e riformisti

La "roba" sarebbe stata nascosta all'interno di un magazzino di Porto Empedocle. Nel corso di mirati servizi per la prevenzione e repressione dei reati in materia di stupefacenti, i poliziotti del commissariato "Frontiera" "avendo fondato motivo di ritenere che Lo Negro potesse detenere un notevole quantitativo di sostanza stupefacente da reimmettere nel mercato, lo sottoponevano ad controllo di polizia - ricostruisce la Questura di Agrigento - . Immediatamente, l'empedoclino cercava di disfarsi di un grosso involucro di colore marrone lanciandolo sotto un’autovettura parcheggiata. I poliziotti recuperavano l’involucro che, essendo in parte strappato, consentiva di appurare che si trattava del confezionamento di cinque panetti di sostanza verosimilmente stupefacente del tipo hashish". A questo punto scattava la perquisizione sull'autovettura e nel magazzino, usato dal quarantacinquenne. 

"Proprio in quest’ultimo locale, gli agenti rinvenivano e sequestravano altri quattro involucri simili, contenenti anch’essi, sebbene in misura differente, diversi panetti di sostanza verosimilmente stupefacente del tipo hashish - prosegue la ricostruzione ufficiale della Questura - . A seguito di apposita pesatura, la sostanza rinvenuta risultava pesare complessivamente di 4,290 chili" .

I panetti sono stati sequestrati e, adesso, sono in corso delle indagini per stabilire quale strada abbiano seguito per arrivare a quel magazzino e dove - e a chi - sarebbero dovuti essere destinati. 

Su disposizione del sostituto procuratore di turno, titolare del fascicolo d'inchiesta immediatamente aperto, Lo Negro è stato trasferito, dopo le formalità di rito dell'arresto, al carcere Di Lorenzo di Agrigento. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va a dare da mangiare agli animali e raccogliere verdura: non torna più a casa, 53enne ritrovato morto

  • Transenna della Ztl sull'auto comprata 2 giorni prima: 40enne su tutte le furie

  • "Il direttore mi convocava e mi chiedeva se mio marito era sessualmente all'altezza", racconto choc in aula

  • Incidente sulla statale Agrigento-Raffadali: due feriti in ospedale

  • "Disastro ambientale in via miniera Ciavolotta", imprenditori di mezza provincia l'avevano trasformata in discarica: 44 indagati

  • "Col passato ho chiuso e studio per diplomarmi", ex braccio destro del boss chiede di tornare libero

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento