Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Covid e immigrazione, gli empedoclini: "Nessuno può stare tranquillo"

AgrigentoNotizie ha incontrato diversi cittadini: "E' giusto accettarli, ma è necessario mettere in sicurezza la cittadinanza". "Il continuo arrivo di navi non è altro che un danno"

 

Dall’insorgere dell’emergenza Coronavirus, sul fronte immigrazione lo scalo portuale di Porto Empedocle ha assunto un ruolo centrale nella gestione dei flussi in arrivo dal canale di Sicilia. Dalla presenza costante di navi quarantena pronte ad accogliere i migranti in arrivo dall’isola di  Lampedusa agli sbarchi delle persone soccorse in  mare dalle Ong che, a Porto Empedocle, hanno trovato spesso il porto sicuro assegnato dal governo. Degli arrivi dei migranti  e degli eventuali timori dovuti all’emergenza sanitaria, AgrigentoNotizie ne ha parlato con diversi empedoclini che ha incontrato nelle vie del centro.

Migranti sbarcati dalla "Asso30", in 50 sono risultati positivi al Covid
Migranti sbarcati dalla "Asso30", in 50 sono risultati positivi al Covid

Potrebbe interessarti: https://www.agrigentonotizie.it/cronaca/porto-empedocle-migranti-sbarco-asso30-positivi-covid-nave-quarantena.html

“Porto Empedocle non è il solo porto più sicuro, siamo al centro del Mediterraneo ed è chiaro che fare sbarcare qua conviene a tutti – dice uno degli intervistati - . Il Covid – aggiunge - lo dobbiamo affrontare con attenzione, purtroppo c’è menefreghismo in giro specialmente nei giovani”. “E’ giusto accettarli – dice ai microfoni di AgrigentoNotizie un altro empedoclino – ma bisogna anche dare sicurezza ai cittadini”.

“Ormai siamo invasi – dice un anziano –, c'è poco da fare, tutti abbiamo paura e nessuno può stare tranquillo”. Per quanto riguarda il rischio della diffusione del contagio, un abitante - ai nostri microfoni - ammette di non temere perché il Covid non viene portato solo dai migranti. Il cittadino empedoclino è stato da noi invitato ad indossare la mascherina che aveva momentaneamente abbassato per fumare una sigaretta.  

Immigrazione e Covid, Carmina: "Siamo preoccupati, il presidente Draghi venga a vedere la situazione"
Immigrazione e Covid, Carmina: "Siamo preoccupati, il presidente Draghi venga a vedere la situazione"

 

Potrebbe interessarti: https://www.agrigentonotizie.it/politica/immigrazione-appello-governo-draghi-sindaco-porto-empedocle.html

 

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento