rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Cronaca Porto Empedocle

Nuovo centro d'accoglienza, cresce la tensione: citofono staccato e auto rigate

Lunedì scorso, nel pomeriggio, sono giunti a Porto Empedocle 43 migranti minorenni. Il sindaco Ida Carmina, dicendo di non essere stata avvisata, ha parlato di un blitz

Qualcuno ha sradicato dalla parete il citofono della struttura adibita, in via Genuardi a due passi dalla via Roma di Porto Empedocle, a centro d'accoglienza per immigranti minorenni non accompagnati. A quanto pare sarebbero state rigate anche alcune autovetture dei dipendenti della cooperativa che si occupa dell'accoglienza dei migranti. Lo riporta oggi il quotidiano La Sicilia. Si fa sempre più incandescende, dunque, il clima a Porto Empedocle dove cittadini, commercianti ed istituzioni comunali continuano a dire "no" al nuovo centro d'accoglienza. 

LEGGI ANCHE: Il sindaco: "Mi opporrò in tutti i modi"

Lunedì scorso, nel pomeriggio, sono giunti a Porto Empedocle 43 migranti minorenni. Il sindaco Ida Carmina, dicendo di non essere stata avvisata, ha parlato di un blitz. 

LEGGI ANCHE: Apre centro senza preavviso, il sindaco: "E' un colpo basso"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo centro d'accoglienza, cresce la tensione: citofono staccato e auto rigate

AgrigentoNotizie è in caricamento