Cronaca

"Casette dell'acqua", Porto Empedocle cerca chi dovrà installarle e gestirle

Fra gli obiettivi dell'amministrazione c'è anche la salvaguardia dell'ambiente: gli impianti ridurrebbero la produzione di rifiuti derivanti dagli imballaggi in Pet

(foto ARCHIVIO)

Il Comune di Porto Empedocle ci riprova. Dopo che, in passato, nessun operatore si era fatto avanti per partecipare all'avviso pubblico, negli ultimi giorni l'ente ha approvato lo schema dell'avviso pubblico per la selezione di operatori interessati alla installazione e gestione di due impianti “Casa dell’acqua" e lo schema del protocollo d’intesa da stipularsi tra il Comune di Porto Empedocle e l’operatore economico individuato dall’amministrazione, per la concreta realizzazione del progetto. 

Le due strutture denominate "Casa dell'acqua" sono dei distributori automatici di acqua potabile che viene distribuita dalla rete pubblica ma che è sottoposta ad un processo di microfiltrazione abbinato alla sterilizzazione a raggi ultravioletti, in grado di eliminare l’eventuale presenza di cloro, nonché di odori e sapori indesiderati.

Fra gli obiettivi dell'amministrazione comunale c'è, infatti, la salvaguardia dell’ambiente e la valorizzazione del territorio. Gli impianti ridurrebbero, infatti, la produzione di rifiuti derivanti dagli imballaggi in Pet dell’acqua. Individuate le “Eco-Aree”, è necessario attivare le procedure per la stipula di appositi protocolli di intesa per la concessione di suolo pubblico. Ed è proprio questa la strada - garantendo la partecipazione di tutte le ditte in possesso dei requisiti di legge - che l'ente sta percorrendo. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Casette dell'acqua", Porto Empedocle cerca chi dovrà installarle e gestirle

AgrigentoNotizie è in caricamento