Cronaca

Sei bottiglie incendiarie su altrettanti escavatori: avvertimento per una impresa

A fare la scoperta è stato uno dei lavoratori. Avviate le indagini per provare a fare chiarezza e, soprattutto, identificare l’artefice dell’inquietante gesto

(foto ARCHIVIO)

Non una, non due, ma ben sei. Tante le bottiglie di plastica da mezzo litro, contenenti benzina, che sono state trovate su altrettanti escavatori che erano impegnati in lavori per conto di privati. Nessun dubbio, non questa volta almeno, sul fatto che quanto è avvenuto in contrada Cavallo a Porto Empedocle sia stato un avvertimento. E sull’intimidazione hanno già avviato le indagini i carabinieri. Servirà del tempo, appare inevitabile, per provare a fare chiarezza e, soprattutto, identificare l’artefice dell’inquietante gesto. Come procedura investigativa esige è stata fatta la verifica sulla presenza di eventuali telecamere di video sorveglianza e sono state avviate le audizioni sia di chi ha trovato le bottigliette che del proprietario del terreno dove gli escavatori erano stati lasciati posteggiati. Il riserbo di investigatori e inquirenti – perché un fascicolo d’inchiesta è stato subito aperto dalla Procura della Repubblica di Agrigento – è massimo. Nessuno lascia trapelare – ma anche questo fa parte di un’attività investigativa che mira a procedere celermente - neanche la più piccola indiscrezione.

A fare la scoperta delle sei bottigliette con all’interno liquido infiammabile è stato uno dei lavoratori. L’uomo non riusciva a credere ai propri occhi, ma non ha esitato un solo attimo a rivolgersi ai militari dell’Arma ai quali ha raccontato quanto era accaduto. Le bottigliette sono state, naturalmente, subito sequestrate e non è escluso che possano essere sottoposte ad accertamenti. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sei bottiglie incendiarie su altrettanti escavatori: avvertimento per una impresa

AgrigentoNotizie è in caricamento