Solidarietà, un sostegno ai meno abbienti con le Borse lavoro del Comune

Il bando è rivolto ad adulti inoccupati e disoccupati con reddito ISEE non superiore a 7.500 euro disponibili ad un impegno orario di 20 ore settimanali

Il Comune di Porto Empedocle

Fino al 10 aprile sarà possibile partecipare al bando per 32 borse lavoro, promosso dal Comune di Porto Empedocle, al fine di promuovere politiche di inclusione sociale e favorire l’integrazione nel mondo del lavoro per tutti quei soggetti adulti a rischio di emarginazione.

Grazie al recupero infatti di finanziamenti regionali nell’ambito del Piano di zona i sindaci dei paesi di cui Porto Empedocle è capofila, hanno istituito la creazione di 81 borse lavoro (di cui 32 per il Comune di Porto Empedocle).

"Il bando - viene spiegato in una nota - è rivolto ad adulti inoccupati/disoccupati con reddito ISEE non superiore a 7.500  euro disponibili ad un impegno orario di 20 ore settimanali, della durata di 4 mesi con un compenso mensile di 400 euro".

Sarà possibile partecipare al bando per le borse lavoro entro il 10 aprile.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo tampone positivo, Agrigento dopo oltre 2 mesi non è più Covid free

  • Scoppia l'incendio a Giokolandia: le fiamme altissime distruggono le attrezzature del parco giochi

  • "No" assembramenti: stop a feste e sale da ballo, ipermercati chiusi le domeniche pomeriggio

  • Scoppia l'incendio mentre il camion è sul viadotto, motrice invasa dalle fiamme

  • Lascia i migranti davanti la spiaggia e riprende il largo: bloccato "taxi del mare" e arrestato scafista

  • "Minacce di morte e calci nella pancia alla fidanzata incinta", la donna lo perdona e ritira la querela

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento