rotate-mobile
Domenica, 29 Maggio 2022
Cronaca Porto Empedocle

Ben 91 persone salvate e 608 sanzioni, ecco il bilancio della Guardia costiera

Sessantasei le notizie di reato formalizzate sia in campo ambientale, demaniale e nel settore della tutela ittica. Assistiti anche 14.679 migranti

Ben 91 persone salvate durante 42 attività di ricerca e soccorso in mare. Poco più di 600 le sanzioni amministrative elevate e 7 mila chili il pescato non tracciato bloccato. Quasi 15 mila - 14.679 per la precisione - i migranti, transitati su Porto Empedocle, di cui si sono presi assistenza e cura e 66 notizie di reato sia in campo ambientale, demaniale e nel settore della tutela ittica. Sono questi soltanto alcuni dei numeri che compongono il bilancio - per l'anno 2016 - della Capitaneria di porto di Porto Empedocle che comprende gli uffici circondariale marittimi di Sciacca, Licata e Lampedusa. 

Molto intense sono state le attività di polizia marittima. Sono state elevate, infatti, complessivamente, 608 sanzioni amministrative: 238 per infrazioni alle norme del codice della strada in ambito portuale e 370 in materia di pesca marittima e diporto. Ben 64 i sequestri di attrezzature non consentite: 8240 metri di rete da pesca, 130 nasse, 14 bombole ed attrezzatura da sub varia, 2 natanti e circa 7000 chili di prodotto ittico non tracciato.

L’attività di polizia marittima non si è fermata solo alle sanzioni di carattere amministrativo ma ha portato anche alla redazione di 66 notizie di reato sia in campo ambientale, demaniale e nel settore della tutela ittica. La Guardia costiera ha effettuato anche un’importante attività al porticciolo turistico di San Leone che ha portato alla rimozione di circa 1000 chili di materiale abusivamente collocato ed utilizzato per creare ormeggi non autorizzati.

Durante il periodo estivo, molti sono stati i controlli effettuati in mare. Nel periodo giugno-settembre sono stati rilasciati 132 bollini blu che hanno “confermato” l’idoneità di natanti ed imbarcazioni da diporto. Anche la fase amministrativa inerente la gestione portuale e la sicurezza della navigazione è stata intensa: emanate 134 ordinanze e rilasciate 23 autorizzazioni per lo svolgimento di attività lavorative.

L’attività svolta durante il 2016 e quella già pianificata per il 2017 ha consentito e consentirà alla Capitaneria di porto ed agli uffici marittimi dipendenti, un controllo costante per garantire la sicurezza della navigazione e della portualità, la tutela del demanio marittimo e dell'ambiente marino, nonché la necessaria vigilanza su tutta la filiera della pesca.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ben 91 persone salvate e 608 sanzioni, ecco il bilancio della Guardia costiera

AgrigentoNotizie è in caricamento