Giovedì, 16 Settembre 2021
Cronaca

Bevande al bar dopo l'orario e a spasso senza mascherina, 5 multe e locale chiuso

I carabinieri, durante l’ultimo week end, hanno deciso di intensificare – effettuando anche verifiche mirate – i controlli. La risposta non ci ha messo molto tempo ad arrivare perché i militari dell’Arma hanno scovato più violazioni alle prescrizioni anti-Covid

Troppi assembramenti tanto in centro quanto nella zona dei lidi? I carabinieri della stazione di Porto Empedocle, coordinati dal comando compagnia di Agrigento, durante l’ultimo week end, hanno deciso di intensificare – effettuando anche verifiche mirate – i controlli. La risposta non ci ha messo molto tempo ad arrivare perché effettivamente i militari dell’Arma hanno scovato più violazioni alle prescrizioni anti-Covid.

Sono stati così sorpresi i titolari di un bar ristorante - sul lungomare Nettuno – mentre somministravano alimenti e bevande all’interno del locale ed oltre l’orario consentito per l’asporto. Sono stati multati i due titolari, la sanzione è stata infatti di 400 euro a testa, ma anche uno dei clienti che, nell’esatto momento in cui sono arrivati i carabinieri, si trovava all’interno. Anche per lui la multa è stata di 400 euro. Il locale, come sempre avviene in caso di violazioni del genere, è stato chiuso per cinque giorni. I controlli sono stati però meticolosi e capillari, tant’è che proprio sul lungomare i militari hanno pizzicato due empedoclini che stavano passeggiando fianco al fianco senza indossare la mascherina di protezione. I due sono stati fermati ed identificati. Alla domanda del perché non indossassero la mascherina anti-Covid, i due hanno, candidamente, ammesso di non averla portata nemmeno con loro, ma di averla lasciata a casa. Entrambi sono stati multati.

E anche in questo caso, la sanzione è stata da 400 euro a testa. Proprio a Porto Empedocle, appena pochi giorni prima, sempre i carabinieri avevano chiuso – per i “canonici” 5 giorni – un bar-pub del centro. Anche quel titolare somministrava bevande e alimenti infischiandosene delle rigorose prescrizioni anti-Covid. A suo carico, la sanzione è stata da 800 euro, una multa raddoppiata nell’ammontare perché l’esercente commerciale è risultato essere recidivo. Continuano – praticamente in ogni angolo della provincia – i controlli, per garantire il rispetto delle prescrizioni anti-contagio, dei militari dell’Arma. Il pugno duro ha un unico e solo obiettivo: evitare che l’impennata dei contagi continui. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bevande al bar dopo l'orario e a spasso senza mascherina, 5 multe e locale chiuso

AgrigentoNotizie è in caricamento