L'agguato al porto empedoclino, via libera definitivo al giudizio abbreviato

La difesa aveva chiesto pure di fare entrare nel fascicolo la consulenza del loro medico legale

James Burgio all'uscita della Questura

Il fascicolo è stato completato con l’acquisizione di tutti i documenti, compresi quelli del procedimento al tribunale del riesame. In precedenza era stata acquisita pure la consulenza del medico legale Claudia Minacapelli Marotta, che ha esaminato la documentazione arrivando a conclusioni opposte rispetto alla tesi portata avanti dal pm Elenia Manno.

Il duplice agguato al porto, sì alla consulenza del medico legale

Il 27 febbraio il processo a carico di James Burgio, il ventiseienne pregiudicato fermato dalla squadra mobile due giorni dopo l'agguato al porto empedoclino del 21 luglio scorso per cui, adesso, è imputato, entra nel vivo e potrebbe esserci anche la requisitoria. Il giudice dell’udienza preliminare Alessandra Vella, davanti alla quale è in corso il procedimento con rito abbreviato, ieri ha preso atto che è stata completata la formazione del fascicolo. Si torna in aula fra sette giorni.

Ventiseienne davanti al gup

La difesa, affidata agli avvocati Alfonso Neri e Salvatore Pennica, non ha mai contestato che, a sparare all'indirizzo del pescatore e dell’armatore, sia stato l’imputato. I legali, però, sostengono che Burgio avrebbe, comunque, fatto fuoco solo per ferire o intimorire ma non per uccidere. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia, traffico di droga e politica: scatta l'operazione "Oro bianco": 12 arresti, ecco i nomi

  • Fiumi di droga, estorsioni, minacce e il "braccetto" con la politica: ecco i dettagli dell'operazione "Oro bianco"

  • Scontro fra due auto nella zona industriale, muore impiegata 62enne

  • Rimorchio si sgancia da tir e travolge auto: due feriti, uno in gravi condizioni

  • Coronavirus, quasi duemila contagi in 24 ore (+79 in provincia): la Sicilia presto sarà "zona rossa"

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento