rotate-mobile
Venerdì, 12 Agosto 2022
Tribunale / Porto Empedocle

Femore rotto a calci per vendicare il danneggiamento dell'auto: 70enne a processo

La brutale aggressione si sarebbe verificata per una manovra errata: la vittima fu sottoposta a un intervento chirurgico

Aggressione a calci e pugni e minacce di morte ad un compaesano per il danneggiamento dell’auto parcheggiata in seguito ad una manovra errata.

Un 70enne empedoclino è stato rinviato a giudizio. L'episodio, risalente alla scorsa estate, sarebbe avvenuto nel quartiere dei Grandi Lavori, a Porto Empedocle.

L’uomo avrebbe aggredito il compaesano reo di avergli provocato danni all’auto dopo una manovra. La vittima, che ha denunciato l’accaduto, ha riportato la frattura del femore con tanto di intervento chirurgico all’ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Femore rotto a calci per vendicare il danneggiamento dell'auto: 70enne a processo

AgrigentoNotizie è in caricamento