Cronaca

"Non si legge la targa di chi ha abbandonato i rifiuti", annullato provvedimento del Comune

La Capitaneria aveva già revocato la multa ma il Municipio insisteva e pretendeva il ripristino dell'area

FOTO ARCHIVIO

Sanzionato per avere abbandonato dei rifiuti in una discarica abusiva dimostra che, nelle immagini che stavano a fondamento dell'accusa, non si vedeva nulla. La Capitaneria di Porto aveva annullato in autotutela la sanzione amministrativa ma il Comune di Porto Empedocle, invece, aveva mantenuto l'ordinanza che gli imponeva il ripristino dei luoghi.

Il Tar di Palermo, quale si è rivolto con un ricorso patrocinato dagli avvocati Giuseppe Ribaudo e Francesco Carità, ha accolto le sue richieste e annullato l’ordinanza del Comune di Porto Empedocle che lo obbligava a rimuovere i rifiuti abbandonati.

"La vicenda paradossale - ricostruscono i suoi legali - trae origine da un verbale emesso dalla Capitaneria di Porto Empedocle con la quale si contestava al ricorrente di aver abbandonato dei rifiuti in zona Kaos. Nello specifico, lo stesso sarebbe stato ripreso dalle telecamere mentre con la propria autovettura stazionava e gettava i rifiuti in prossimità di una discarica abusiva. Successivamente, il Comune di Porto Empedocle - proseguono i legali - emanava una propria ordinanza ingiungendo al ricorrente la rimozione e lo smaltimento di tutti i rifiuti abbandonati sul suolo del Demanio Marittimo in località Kaos oltre che al ripristino dei luoghi, disponendo che in caso di inottemperanza si sarebbe proceduto d’ufficio con addebito e recupero delle somme anticipate dall’amministrazione".

Secondo gli avvocati Ribaudo e Carità, "a seguito dell’accesso agli atti emergeva una chiara impossibilità a decifrare il numero di targa e l’esatto colore dell’autovettura, che il ricorrente sosteneva si trovasse fuori dal territorio regionale".

La Capitaneria di Porto, dopo la notifica del ricorso, provvedeva a visionare meglio le immagini riprese dalle telecamere ed ad annullare in autotutela il verbale, "stante l’impossibiliotà di decifratura della targa e del colore della macchina". Il Comune di Porto Empedocle, invece, insisteva e non tornava sui suoi passi. Il Tar, adesso, ha invece annullato l'ordinanza. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Non si legge la targa di chi ha abbandonato i rifiuti", annullato provvedimento del Comune

AgrigentoNotizie è in caricamento