Differenziata e Covid, riprende il sistema "porta a porta" a Zingarello

Intanto il Comune sollecita il "San Giovanni di Dio" a provvedere a riciclare i rifiuti, dato che la struttura non si è mai adeguata al nuovo tipo di raccolta

I rifiuti indifferenziati presenti in ospedale

Ripartirà da domani e resterà attivo fino a dicembre il sistema di raccolta porta a porta nelle contrade Zingarello e Cipolluzzo, tra Agrigento e Palma di Montechiaro. Per queste zone, scarsamente popolate soprattutto nel periodo invernale, era stato disposto un sistema di raccolta diverso, che prevedeva il conferimento dei rifiuti presso l'isola ecologica del Villaggio Mosè. Proprio per evitare ai cittadini di spostarsi, date le misure disposte dal nuovo Dpcm del Governo, si è ripreso con il porta a porta. 

Intanto domani verrà bonificato, per l'ennesima volta, il deposito di rifiuti indifferenziati prodotto dall'ospedale San Giovanni di Dio di contrada Consolida. La struttura, purtroppo, non è esattamente nuova a situazioni di questo tipo. Anzi, va ricordato come in passato episodi simili si siano più volte ripetuti e che il Comune, pur molto attento a sanzionare i normali cittadini, non abbia sempre provveduto con altrettanta durezza a contestare quanto avveniva nel "tempio della salute".

"Si tratta di un problema che necessita maggiore attenzione da parte dei vertici dell'azienda ospedaliera - dice in una nota l'assessore Aurelio Trupia - i quali dovrebbero dotarsi di mezzi di raccolta differenziata in ogni singolo reparto e di una adeguata informazione agli utenti e al proprio personale, se si vuole evitare di continuare a produrre rifiuti indifferenziati, con aggravio dei costi per la città e abbassamento della quota di rifiuti differenziati".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Focolaio di coronavirus in casa di riposo, oltre 50 i positivi: Campobello è a rischio "zona rossa"

  • Auto sbatte contro un cancello e si ribalta lungo la statale 122, morto il ventiseienne

  • Paura e contagi fuori controllo nell'Agrigentino, Cuffaro sbotta: "La verità? Siamo in mano a nessuno"

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona: 24 in un solo giorno e si arriva a 65 positivi, un'altra vittima a Canicattì

  • Coronavirus, i positivi continuano ad aumentare: chiuse piazze e vie e stop alle scuole

  • Incidente sulla statale 115: violento scontro frontale fra auto, due feriti in ospedale

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento