rotate-mobile

L'arcidiocesi si stringe ancora attorno alla comunità di Ravanusa: il sindaco D'Angelo accende la lampada di San Gerlando

In occasione del solenne pontificale era presente anche la signora Eliana che nella strage di via Trilussa ha perso il marito e i suoceri

Con un giorno di anticipo rispetto alla tradizione, si è celebrato in cattedrale il solenne pontificale di San Gerlando patrono della città di Agrigento. Alla presenza dei fedeli, delle autorità e dei presbiteri l'arcivescovo monsignor Alessandro Damiano ha presieduto la funzione religiosa. Quest’anno, l’olio che alimenta la lampada votiva che illumina il reliquiario del santo è stata offerta dalla comunità di Ravanusa, cittadina quest'ultima segnata dalla strage dell'11 dicembre scorso. E fra i banchi della cattedrale erano tanti i volti che hanno vissuto l'immane tragedia, fra loro c'era anche la signora Eliana con le piccole Miriam e Sarah ovvero la mamma coraggio che nel giorno dei funerali solenni delle vittime, dinanzi al feretro del marito Giuseppe Carmina aveva lanciato un messaggio di speranza.

La città di Ravanusa offre l'olio per la lampada votiva di San Gerlando

Il pastore della chiesa agrigentina, durante la sua omelia ha rivolto un pensiero anche agli altri eventi luttuosi che hanno investito la provincia di Agrigento. “I recenti fatti di cronaca – ha detto l'arcivescovo Damiano dalla sua cattedra – ci hanno travolti con la carne e con il sangue”. A margine del solenne pontificale, mons. Alessandro Damiano dai microfoni di AgrigentoNotizie ha poi ribadito:“In questi ultimi mesi il territorio agrigentino ha vissuto situazioni di grande criticità che si sono manifestati con atti di violenza ma dobbiamo rimanere comunque radicati nella realtà”.

Ultimo pontificale di San Gerlando per Montenegro: "Riflettiamo sulla violenza"

Video popolari

L'arcidiocesi si stringe ancora attorno alla comunità di Ravanusa: il sindaco D'Angelo accende la lampada di San Gerlando

AgrigentoNotizie è in caricamento