rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
Cronaca

Lavori al viadotto Morandi, Firetto sollecita l'Anas: "Cronoprogrammi rispettati"

La società: "Il cavalcavia Petrusa sarà percorribile all'inizio del 2020"

Operai al lavoro su quello che dovrà essere il nuovo viadotto Petrusa, quello che collegava Agrigento con Favara e viceversa, ma anche sul Morandi: il cavalcavia fra la città dei Templi e Porto Empedocle. Nonostante sia la settimana di Ferragosto, motivo per il quale verosimilmente gli operai abbasseranno il regime di operatività, gli interventi – per restituire i pieni, o quasi, collegamenti viari al capoluogo – proseguono. Per il cavalcavia Morandi, nelle scorse settimane, sono arrivati i ponteggi. Negli scorsi giorni, a sollecitare l’Anas per una maggiore celerità negli interventi è stato il sindaco Lillo Firetto che ritiene che si “sia in ritardo sulla tabella di marcia”. Per l’Anas invece “i cronoprogrammi sono rispettati. E il Petrusa – hanno spiegato ieri – potrà essere percorso all’inizio del 2020”.

Lavori sono in corso d’opera, o preventivati, sui tre ponti che ricadono a Porto Empedocle e viene tenuto costantemente d’occhio anche il viadotto Maddalusa, lungo la strada statale 640. 

Se tutto andrà per il verso giusto, il viadotto “Morandi” tornerà percorribile – nella sua interezza - nel 2021. L’investimento complessivo massimo è di 30 milioni di euro. I viadotti Akragas (l’Akragas I è di 1.400 metri e l’Akragas II di 800 metri, entrambi progettati dall'ingegnere Morandi) della strada statale 115 quater da anni sono oggetto di continuo monitoraggio da parte di Anas. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavori al viadotto Morandi, Firetto sollecita l'Anas: "Cronoprogrammi rispettati"

AgrigentoNotizie è in caricamento