La rinascita del porto, al via la demolizione degli edifici fatiscenti

I lavori dureranno circa 90 giorni. Il comandante della Capitaneria, il capitano di fregata Fabio Serafino, ha firmato un'ordinanza

Hanno preso il via ieri e dureranno 90 giorni i lavori di demolizione – di cui si occuperà l’impresa Ig Costruzioni di Cinisi - di edifici fatiscenti e di ripristino praticabile massiccio di sovraccarico del molo di Ponente, all’interno dell’area demaniale marittima, di Porto Empedocle. Gli interventi verranno effettuati per conto del Provveditorato interregionale Opere pubbliche Sicilia-Calabria.

Il comandante della Capitaneria di porto, il capitano di fregata Fabio Serafino, ha firmato un’ordinanza per la tutela della pubblica incolumità, la sicurezza della navigazione e portuale e la salvaguardia ambientale. “Per tutta la durata dei lavori, a persone e veicoli estranei all’attività di cantiere è fatto divieto di transito e sosta, sia pedonale che veicolare, all’interno dell’area di cantiere; di prestare la massima attenzione e cautela in occasione del transito e sosta, laddove consentito, nelle aree portuali in prossimità dell’area di cantiere, mantenendosi, comunque, ad una distanza non inferiore a metri 20”.

Porto Empedocle, con questi lavori, comincia di fatto a guardare oltre perché fanno parte di quel complesso progetto che permetterà di far diventare veramente la città polo crocieristico. E’ prevista, infatti, la demolizione dei ruderi industriali, la creazione di una stazione marittima, la progettazione e realizzazione della banchina crocieristica a lato ponente del molo Crispi. Lo scorso febbraio venne analizzata la situazione che riguarda gli interventi in corso e la programmazione di quelli futuri per lo scalo portuale empedoclino. Tra i temi trattati vi è stato anche il dragaggio del porto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Focolaio di coronavirus in casa di riposo, oltre 50 i positivi: Campobello è a rischio "zona rossa"

  • Coronavirus e zona "gialla", ecco tutte le regole in vigore da domani

  • L'incubo deviazione è finito: dopo 2 anni e 2 mesi riapre la galleria Spinasanta

  • Coronavirus, 4 morti fra Campobello, Palma e San Biagio: tornano ad aumentare i contagi

  • Coronavirus, il bollettino dell'Asp: 88 nuovi positivi, 6 ricoverati e 2 vittime

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento