Polizia di Stato, il sindacato Coisp incontra il questore: "Maggiori mezzi per la gestione dei migranti"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Nella giornata di ieri, una delegazione del COISP, Sindacato Indipendente della Polizia di Stato, composta dal Segretario Nazionale Nicolò Di MARIA, dal Segretario Generale Regionale COISP SICILIA Maurizio SENISE e dal Segretario Provinciale di Agrigento Paolo FALSONE, ha incontrato il Questore di Agrigento Dottoressa Maria Rosa IRACI.

Nell’occasione è stata affrontata la questione legata ai frequenti sbarchi di migranti nelle ultime settimane sul territorio agrigentino e, nel corso della discussione, il Segretario Generale Regionale SENISE ed il Segretario Generale Provinciale di Agrigento Paolo FALSONE, hanno evidenziato i carichi di lavoro estenuanti svolti dagli appartenenti alle Forze di Polizia e dal personale sanitario.

La gestione e la dovuta accoglienza di uomini e donne provenienti in prevalenza dal nord Africa alla ricerca di un futuro migliore, non può rappresentare, esclusivamente, una priorità solo per le Forze di Polizia, riducendo un fenomeno epocale come quello immigratorio ad un mero problema di ordine pubblico. In questi giorni, prosegue SENISE, la professionalità e lo spirito di servizio non è mai venuto meno agli uomini ed alle donne della Polizia di Stato che continuano a sobbarcarsi di carichi di lavoro spossanti come nel caso del personale della Polizia Scientifica che svolge le procedure di identificazione per ogni migrante
sbarcato sull’Isola.

È inammissibile - prosegue Senise – che il personale di Polizia non possa disporre ancora oggi di mezzi tecnici adeguati ad affrontare un’emergenza che non sembra arrestarsi, continuando ad essere impiegato, massicciamente, in ore di lavoro straordinario che, nelle migliori previsioni, potranno essere remunerate solo dopo diversi anni.

Chiediamo più rispetto – conclude SENISE - per gli uomini e le donne in divisa impegnati quotidianamente a garantire la sicurezza collettiva che talvolta si ritrovano ad essere bersaglio privilegiato di strumentalizzazioni politiche e di comunicazioni a mezzo stampa spesso non aderenti alla realtà dei fatti accaduti.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento