Rifiuti abbandonati su un'area di oltre 5mila metri quadri: scatta il sequestro

La Polizia provinciale ha rinvenuto tonnellate di spazzatura derivante soprattutto da attività edile

Abbandono incontrollato di rifiuti, anche pericolosi, tra Agrigento e Naro: scatta un maxi sequestro.

Gli uomini della Polizia provinciale, in seguito ad una specifica direttiva giunta dal commissario straordinario del Libero consorzio, Girolamo Di Pisa, sono intervenuti in conntrada Saladino, in un territorio a confine dei due centri, rinvenendo un’area adibita a discarica abusiva dove sono stati rinvenuti rifiuti speciali pericolosi e non, abbandonati da ignoti in circa sette macroaree. 

Pneumatici, materiale derivante da demolizioni, terre e rocce provenienti da attività di scavo, vetro, plastica e soprattutto rifiuti contenenti potenzialmente amianto: tutto era abbandonato su un'area di circa 5 mila metri quadrati.

"La tipologia di gran parte dei rifiuti depositati, in particolare, manufatti in cemento contenenti presumibilmente amianto, lastre ondulate contenenti presumibilmente amianto, sfabricidi e tutto ciò che deriva dalla dismissione di fabbricati - dicono dall'ex Provincia -, fa presupporre la responsabilità da parte di soggetti ignoti che operano nei settori legati all’edilizia".

L'area è stata sottoposta a sequestro e spetterà agli stessi agenti di Polizia provinciale occuparsi della custodia della stessa fino a quando non saranno individuati i proprietari delle aree in questione, cui sarà ordinata la bonifica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Coronavirus e zona "gialla", ecco tutte le regole in vigore da domani

  • L'incubo deviazione è finito: dopo 2 anni e 2 mesi riapre la galleria Spinasanta

  • Coronavirus, 4 morti fra Campobello, Palma e San Biagio: tornano ad aumentare i contagi

  • Coronavirus, il bollettino dell'Asp: 88 nuovi positivi, 6 ricoverati e 2 vittime

  • Scoppia una maxi rissa a Porto Empedocle, più feriti in ospedale

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento