Polizia penitenziaria, la Uil: "Carenza del personale? Oltre il danno anche la beffa"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Si accendono vari focolai di protesta in tutta la sicilia per la grave carenza di personale della polizia penitenziaria. In data odierna si aggiunge quello di agrigento , prima con la legge “madia” , che riduceva gli organici della polizia penitenziaria in tutta la regione di circa 700 unità , oggi con l’inadempienza e la lentenza con cui vengono fatti gli arruolamenti nel corpo della polizia penitenziaria , costituendosi un vero aggravio ed un sovraccarico di lavoro nonche’ la riduzione della concessione dei diritti soggettivi al personale di polizia penitenziaria adesso anche il giusto corrispettivo delle ferie spettanti .

Si e svolta oggi la trattativa con la direzione del carcere di agrigento presieduta per la parte pubblica dal dott. Valerio pappalardo e dal funzionario preposto al comando, relativamente al piano ferie estive per il 2019. Con molta superficialita’ la direzione di Agrigento proponeva una riduzione delle ferie spettanti al personale della polizia penitenziaria giusto quanto previsto dal dettame legislativo come meglio indicato dal cc.nn.ll. Per il comparto sicurezza “ proponendo meno di 15 giorni in contrasto con le normative vigenti". 

Inaccettabile per la uil pa polizia penitenziaria la proposta della direzione . Il personale della polizia penitenziaria di agrigento costretto a lavorare con considerevole aggravio di lavoro sacrificando anche il riposo settimanale . La uil pa polizia penitenziaria ha denunciato apertamente sia l’ammanco di unita’ della polizia penitenziaria che una piu’ oculata razionalizzazione delle risorse umane disponibili. Di fatto gia’ da tempo si era prevetivamente chiesto una rivisitazione della attuale organizzazione del lavoro che potesse razionalizzare le risorse anche con l’utilizzo degli agenti della polizia femminile per arrivare a far conciliare sia le attivita’ che la movimentazione giornaliera dei detenuti con gli oari e l’impiego del personale di polizia riducendo i vari posti di servizio .

Questa direzione non puo’ e non doveva arrivare in ultimo con la sola proposta del taglio delle ferie spettanti al personale della polizia penitenziaria senza proporre di concerto con le oo.ss. Altre tipologie di servizi utili a sovragguardare i diritti del personale di polizia quali l’uso di mezzi tecnologici uniti ad un servizio dinamico come da proposta effettuata l’anno precedente.

La scrivente uil pa polizia penitenziaria di agrigento ha proclamato lo stato di agitazione di tutto il personale della polizia penitenziaria di agrigento, riservandosi ulteriori forme di protesta unitamente alle altre oo.ss. Che aderiarnno a questa palesata ingiustizia a danno dei lavoratori .

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento