rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024
Cronaca

Polizia municipale, mancano 45 vigili: meno controlli lungo le strade

Il comandante Gaetano Di Giovanni: "Per legge, essendo previsto un vigile urbano ogni 500 abitanti, dovremmo essere 220"

Le divise e le apparecchiature si stanno comprando. E qualcosa è già arrivato a destinazione. Ma quello che manca, al comando della polizia municipale, sono gli uomini. E le donne, naturalmente. Lo ha ammesso lo stesso comandante dei vigili urbani Gaetano Di Giovanni.

Comandante, qual è, realmente, la situazione organico della polizia municipale?
"Mancano 45 unità. Per legge, essendo previsto un vigile urbano ogni 500 abitanti, dovremmo essere 220. Ma siamo sotto organico invece. Abbiamo fatto tutto quello che potevamo fare, ossia l'integrazione oraria per il personale a tempo determinato, ma naturalmente ci sono cose che vanno oltre la mia competenza".

Stiamo parlando di concorsi?
"Concorsi pubblici, ma anche mobilità. Ma per fare questo non serve soltanto la volontà di farlo, ma servono anche e soprattutto i soldi. Di recente ho chiesto 5 unità di personale amministrativo. L'idea era: lasciare in ufficio questo personale amministrativo e mettere in strada più vigili. E' una richiesta che non è stata evasa".

Ma mancano anche le divise?
"Sono stati fatti due acquisti di vestiario. Era da 14 anni che non c'era il cambio di vestiario. Io mi sono insediato soltanto a luglio. Abbiamo anche comprato lo "Street control", ossia quell'apparecchiatura che serve per stabilire se un'autovettura è rubata, se è priva di assicurazione e revisione. Abbiamo comprato anche la segnaletica stradale".

Ma resta, appunto, l'emergenza personale. E su quale settore, questa carenza, maggiormente si riflette?
"Su controlli in strada, quelli per garantire la sicurezza e il rispetto del codice. Le squadre contro l'abusivismo, per il decoro urbano, quelle della polizia ambientale e quella per il commerciale ci sono. Sono servizi che non possiamo non assicurare. Quindi, di fatto, vengono meno gli agenti in mezzo alla strada: quelli adibiti al controllo della sicurezza stradale. Per oggi però siamo riusciti ad organizzare dei posti di blocco per controllare proprio le autovetture e la loro documentazione. Ci occupiamo anche del disturbo alla quiete pubblica, del decoro urbano, della tassa di soggiorno e della tassa di stazionamento. Sono tantissimi i compiti ai quali la polizia municipale deve assolvere. E fino ad ora siamo riusciti a farlo, seppur sotto organico". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polizia municipale, mancano 45 vigili: meno controlli lungo le strade

AgrigentoNotizie è in caricamento