rotate-mobile
La polemica

Drasi, il poligono c'è ancora: Mareamico chiede a Schifani di non rinnovare le autorizzazioni

L'associazione ambientalista, insieme a Marevivo, si appella al presidente della Regione

Poligono di Drasi, Mareamico lancia un appello al presidente della Regione Renato Schifani: non conceda più la concessione per l'uso delle aree demaniali all'Esercito.

La nota è stata diffusa stamattina dal responsabile dell'associazione, Claudio Lombardo. "Negli scorsi giorni abbiamo avuto notizia che è stato siglato un protocollo d’intesa con i sindaci dei comuni di Gangi, Sperlinga e Nicosia al fine di utilizzare un’ampia area nei loro territori - dice - . Quindi non si capisce il motivo di voler chiedere una proroga della concessione dell’area di Drasy tenuto conto che l’Esercito dispone già di un’area idonea alle esercitazioni.
Proprio per questo motivo Marevivo e Mareamico hanno chiesto, come prevede la legge, di essere auditi dal Comitato paritetico per le servitù militari per poter esporre le problematiche di tipo socio-ambientali, paesaggistiche ed economiche generate dalle esercitazioni militari a Punta Bianca, per chiedere che esse vengano sospese per sempre e non venga rinnovato l’uso del poligono dell’area di Drasy, a conclusione del piano quinquennale delle servitù militari".

In realtà va precisato che, come Agrigentonotizie.it aveva raccontato qui, l'accordo firmato tra Gangi, Sperlinga e Nicosia fosse unicamente un atto preliminare cui dovranno seguire altri passaggi più "concreti" come per esempio l'avvio delle operazioni di esproprio dei terreni che potrebbe richiedere (quantomeno) mesi. A questo si aggiunge il fatto che l'hub logistico da realizzarsi in quella porzione della Sicilia centrale potrebbe non essere alternativo (né è stato presentato come tale) a Drasi, anche perché come rivelato, lì l'esercito è proprietario da anni dei terreni su cui si spara e la convenzione con la Regione riguarda solo le aree demaniali. 

Intanto, da quanto risulta, a breve sarà pubblicato il nuovo calendario delle esercitazioni anche se da marzo del 2022 l'area di Drasi non viene utilizzata, ma solo - pare - per le mutate esigenze dell'esercito in considerazione della guerra in Ucraina. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Drasi, il poligono c'è ancora: Mareamico chiede a Schifani di non rinnovare le autorizzazioni

AgrigentoNotizie è in caricamento