menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il tribunale di Agrigento

Il tribunale di Agrigento

"Pizzo sulla busta paga dei dipendenti", revocata misura a un'indagata

Tolto l'obbligo di firma a Veronica Sutera Sardo, 30 anni, operatrice della cooperativa che avrebbe estorto denaro ai propri impiegati

"I chiarimenti forniti dall'indagata nel corso dell'interrogatorio di garanzia e la documentata cessazione del rapporto di lavoro con la cooperativa "Suami" fanno venire meno le esigenze cautelari.

Con queste motivazioni il gip Alfonso Malato, accogliendo l'istanza difensiva dell'avvocato Salvatore Pennica, ha revocato l'ordinanza cautelare che imponeva l'obbligo di firma per tre volte alla settimana a Veronica Sutera Sardo, 30 anni, di Agrigento, operatrice della struttura di accoglienza per disabili di Licata coinvolta nell'inchiesta che ipotizza una serie di estorsioni ai danni dei dipendenti che sarebbero stati costretti a restituire una parte del proprio stipendio.

LEGGI ANCHE: "Pizzo sulla busta paga", scattano quattro misure cautelari

Quattro ordinanze cautelari, firmate dallo stesso gip, sono state eseguite dai carabinieri della compagnia di Licata il 19 maggio a carico di altrettante persone indagate, a vario titolo, per associazione per delinquere finalizzata alle estorsioni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento