rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
Cronaca Porto Empedocle

Pitbull aggredisce e morde un 21enne, empedoclino trasferito al "Civico"

Inizialmente, visto che il giovane era stato ferito al petto e alla trachea i medici avevano mantenuto riservata la prognosi sulla vita

Cede una maglia della catena e il pitbull si slega e scappa. Il nipote del proprietario del cane, un ventunenne, se ne accorge e per evitare che l’animale si dilegui lo insegue cercando di fermarlo. Non era la prima volta, del resto, che vedeva quel cane. Animale con il quale aveva un po’ di confidenza e che forse gli piaceva pure. Ma quell’inseguimento e quel tentativo di bloccare il pitbull ha rischiato di essergli fatale.

Il pitbull, forse perché bloccato, si è scagliato contro il ventunenne empedoclino e lo ha aggredito e morso in varie parti del corpo.

Momenti di terrore puro e di concitazione quelli vissuti, nei giorni scorsi, a Porto Empedocle. Alcune donne, abitanti nella zona, sentendo le urla disperate del giovane e affacciandosi alla finestra, hanno cercato – secondo quanto è stato ricostruito ieri dalla polizia di Stato - di fare l’impossibile per distrarre l’animale e per fare in modo che lasciasse la presa: qualcuna gli ha scaraventato contro secchi e secchi d’acqua, qualcun’altra ha gettato altro dal balcone verso il selciato. L’obiettivo era uno soltanto: farlo distrarre, farlo allontanare dal ragazzo. Ed è stato forse proprio grazie a questa mobilitazione che il ventunenne si è salvato. E’ rimasto gravemente ferito ed è stato subito portato al pronto soccorso dell’ospedale “San Giovanni di Dio” dove, inizialmente, era stato considerato in pericolo di vita.

Il pitbull lo avrebbe ferito, infatti, anche alla trachea e al petto. Ed erano proprio queste ferite che hanno fatto mantenere riservata – ai medici - la prognosi sulla vita. Il ventunenne empedoclino, poi, è stato trasferito in una struttura sanitaria meglio attrezzata: all’ospedale “Civico” di Palermo. Ieri, il quadro sanitario del giovane risultava essere stato stabilizzato e per fortuna non correva più rischi. Serviranno settimane per recuperare, ma il peggio è veramente – per sua fortuna – passato. Così risultava ieri al commissariato “Frontiera” di Porto Empedocle. Perché anche i poliziotti sono intervenuti nello slargo dove è avvenuta l’aggressione. Al lavoro anche i veterinari dell’azienda sanitaria provinciale. E’ stato disposto, in via precauzionale, il sequestro del pitbull – pare si tratti di un incrocio con un altro molosso – e l’affidamento ad un’altra persona. L’animale, la sua eventuale aggressività, verranno valutate proprio dai veterinari dell’Asp 1 di Agrigento. Veterinari che hanno accertato anche che il cane non fosse stato microchippato e dunque verrà, verosimilmente, elevata una sanzione al proprietario.

L’animale pare che mai prima dell’altro giorno avesse manifestato segnali di aggressività, né che fosse violento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pitbull aggredisce e morde un 21enne, empedoclino trasferito al "Civico"

AgrigentoNotizie è in caricamento