menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Luigi Pirandello

Luigi Pirandello

Il "Pirandello Stable Festival" rende omaggio al nonno del drammaturgo

I componenti dell'equipe Mario Gaziano, Dario Costantino, Giugiù Gramaglia, Maria Grazia Castellana, Antonio Zarcone e Andrea Cassaro si sono recati a Malta

Un viaggio della memoria ha caratterizzato cerimonia per il 150esimo anniversario della nascita di Luigi Pirandello, celebrato dal "Pirandello Stable Festival" presso l'Istituto Italiano di Cultura a Malta.  

I componenti dell'equipe Mario Gaziano, Dario Costantino, Giugiù Gramaglia, Maria Grazia Castellana, Antonio Zarcone e Andrea Cassaro, con la consulenza del promoter internazionale Alberto Re e con il frate custode Fra' Paolo hanno voluto rendere un doveroso omaggio alla tomba di Giovanni Ricci Gramitto, nonno materno di Luigi Pirandello esule a Malta, antiborbonico e lì sepolto.

L'equipe del "Pirandello Stable Festival" si è recata presso il convento di Santa Liberata a Calcara nei pressi di La Valletta, dove è sepolto il nonno di Pirandello morto nell'isola dei Cavalieri il 1850 colpito dal morbo del colera.  La chiesa annessa al convento dei cappuccini di Santa Liberata, intitolata a Santa Barbara ha una struttura severa.  

I protagonisti dell'omaggio ad un eroe dimenticato, certo poco conosciuto a Malta e poco ricordato in Italia, hanno visitato sia la chiesa, che parti del convento dove è custodito il simulacro di Santa Liberata, sotto il pavimento della quale, oramai definitivamente murato e inaccessibile, riposano le spoglie di tanti eroi del risorgimento antiborbonico.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Belt and Road Exibition 2021”, Agrigento presente alla fiera on line

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento