rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Cronaca

Allerte gialle, rosse e arancioni: ma nessuno pensa a ripulire e rendere operativi i tombini

In tutta Agrigento, ma anche in diversi altri comuni della provincia, le amministrazioni comunali saranno impreparate per l'arrivo di eventuali acquazzoni di forte intensità

Si attendono forti precipitazioni sulla nostra provincia e sul resto dell'Isola, con allerte meteo arancioni, gialle e rosse proclamate dalla Protezione civile per avvisare la popolazione del rischio concreto che i forti temporali possano provocare danni alle persone. 

I nostri comuni, però, si fanno trovare impreparati ancora una volta dinnanzi al maltempo partendo dalla semplice manutenzione ad esempio delle caditoie per le acque piovane. La stragrande maggioranza (o forse la totalità) sono infatti totalmente tappati dal terriccio e dai rifiuti, in alcuni è addirittura cresciuta della vegetazione, altri sono stati coperti con plastica dai titolari di attività commerciali (accade soprattutto al viale della Vittoria) per evitare che si diffonda cattivo odore.

Tutto senza alcun controllo, senza alcuna manutenzione programmata o qualsivoglia intervento anche in urgenza che avrebbe potuto evitare gravi disagi e pericoli ai cittadini, come quelli già registrati ad esempio a San Leone.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Allerte gialle, rosse e arancioni: ma nessuno pensa a ripulire e rendere operativi i tombini

AgrigentoNotizie è in caricamento