Netturbini licenziati, Vitellaro: «La Fp Cgil strumentalizza il caso»

Il consigliere Pietro Vitellaro risponde alla nora diffusa ieri dalla Fp Cgil in merito al licenzamento dei 21 netturbini, per il quale si chiedeva all'assessore regionale Contrafatto il Commissariamento per l'appalto della raccolta dei rifiuti

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

La CGIL Funzione Pubblica si occupi della difesa dei diritti dei lavoratori nelle sedi di loro competenza e non strumentalizzi il caso dei 21 netturbini.

Non vogliamo entrare nel merito della nota, inviata dal Segretario Provinciale "Buscemi" e Regionale "Di Marco" della Cgil Funzione Pubblica, sulla questione dei netturbini licenziati. E' sufficiente ricordare a noi stessi ed a loro che hanno due grossi compiti: Il primo, molto nobile, è quello di difendere i diritti dei lavoratori con tutti gli strumenti giuridici a loro disposizione; il secondo compito, invece, è quello di dover rappresentare nella maniera più appropriata possibile una delle sigle sindacali più importanti della storia del nostro paese.

Invece, al contrario, prendiamo atto con questa nota che loro purtroppo preferiscono interessarsi di altro.

Invito pertanto i due rappresentanti del sindacato ad occuparsi concretamente nella difesa dei diritti dei circa 21 lavoratori ed a non farsi strumentalizzare da altri interessi.

L’obbligo di introdurre la raccolta differenziata nella gestione dei rifiuti è stato imposto negli anni 90. Come mai la Cgil Funzione Pubblica ha puntato il dito (solo adesso) nei riguardi di un’amministrazione che si è insediata solo da 3 mesi? Cosa ha fatto negli scorsi 15 anni?

La delicatezza della vicenda impone la massima serietà, non consente fughe in avanti ed ognuno ha il dovere di svolgere egregiamente il proprio ruolo. 

Ogni tentativo di strumentalizzazione su questioni, così importanti, portato su terreni non praticabili, sarà stigmatizzato e rispedito al mittente con decisione. 

Il nostro gruppo vigilerà con molta attenzione. Ad Agrigento, oggi serve altro!

Pietro Vitellaro

Capogruppo Agrigento Cambia

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento