menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Piero Barone e Gianluca Amato

Piero Barone e Gianluca Amato

Quattro chiacchiere con Piero Barone: "Trump? Meglio parlare del nostro tour"

Il narese torna nella sua Sicilia. Relax, buon cibo e vecchi amici. Il tenero de "Il Volo" non dimentica le sue origini

Il rifiuto di cantare per Donald Trump è un lontano ricordo. Piero Barone, narese e tenore del gruppo 'Il Volo' si rilassa ad Agrigento, il tutto mentre il nuovo presidente degli Stati Uniti d’America giura fedeltà alla sua patria.

Gli amici di sempre, la giacca lontana e la voglia di essere abbracciato dalla sua Sicilia, ancora e ancora una volta. Il rifiuto di cantare per Donald Trump, Barone ha sorriso ed ha preferito non dire niente.

IL VOLO RIFIUTA DI CANTARE PER DONALD TRUMP

"Relax? Passo le mie giornate ad allenarmi – ha detto il tenore di Naro – insieme ad il mio personal trainer, Gianluca Amato, lo stesso del mio amico Gaetano Monachello. Ovviamente gli esercizi canori e tanto altro. Sono tornato qui, per concedermi una pausa prima dell’inizio del nostro lungo tour. Sanremo? No, quest’anno no. Trump? Pensiamo alle cose belle, il nostro tour di marzo è una cosa bella. Italia? Si, faremo due date, ovviamente si ritorna anche all’Antico teatro di Taormina".

PIERO BARONE E GAETANO MONACHELLO

Barone, si mischia tra la gente, concede foto e torna a parlare. “I giornalisti agrigentini? Spero vi comportiate bene – ha detto sorridendo il cantante de ‘Il Volo’” - domani (oggi ndr), quando aprirò i giornali ve lo dirò".  Si, Piero Barone, ha dato vita ad una sorta di "conferenza stampa" last minute, senza riflettori, parole in confidenza e lontano dai grandi palcoscenici.  

unnamed-125-5

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Giardinetti del campo sportivo: arriva l'adozione da parte di privati

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento