Giovedì, 18 Luglio 2024
Polizia

"Schiaffi e pugni contro il nonnino disabile di cui doveva prendersi cura": arrestata badante

L'agrigentina è stata "incastrata" dalle intercettazioni audio/video subito avviate nell’abitazione dell’anziano dai poliziotti della squadra mobile

Avrebbe, e in maniera ripetuta, maltrattato - sia fisicamente che psicologicamente - l'anziano agrigentino di cui doveva prendersi cura come badante. Un pensionato che - stando all'inchiesta - sarebbe stato sottoposto ad abituali sofferenze e umiliazioni. È in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal tribunale di Agrigento, che un'agrigentina è stata arrestata dai poliziotti della squadra mobile. È indagata per le ipotesi di reato di maltrattamenti aggravati. 

L’indagine ha preso il via nei giorni scorsi quando si sono presentati alla squadra mobile di Agrigento i figli dell'anziano. Familiari che hanno raccontato dei maltrattamenti subiti dal loro padre. A causa dell’infermità dell'anziano, affetto da demenza senile e non più in grado di camminare, i figli avevano assunto la badante. Un'agrigentina che doveva prestare assistenza all'anziano. Da qualche tempo avevano però notato che il papà aveva vistosi lividi sul corpo: la circostanza era stata rilevata anche da un’altra badante dell’anziano la quale aveva avanzato sospetti nei confronti della collega. 

"Strangolò e uccise 89enne per rapinarlo dei risparmi", Cassazione rigetta il ricorso: condanna confermata per la badante

“Rubò soldi, monili in oro, corredo e un servizio di bicchieri ad anziana”, condannata badante

I poliziotti della squadra mobile, autorizzati dalla procura di Agrigento, hanno avviato in via d’urgenza un’attività tecnica di intercettazione audio/video nell’abitazione dell’anziano, riuscendo a riscontrare che la badante era solita percuotere ripetutamente l’anziano, strattonandolo con forza, graffiandolo e sferrandogli schiaffi e pugni alla testa, al volto e in altre parti del corpo. Il "nonnino" veniva - stando a quanto è emerso dalle video intercettazioni - ingiuriato e intimorito, spesso per costringerlo a dormire; ma veniva anche schernito imitando le sue continue grida di dolore e i suoi lamenti. Ed ancora, al pensionato sarebbe stata augurata la morte; sarebbe stato strattonato con forza cagionandogli così lesioni alle parti intime e gli sarebbero stati somministrati farmaci, in gocce, che venivano diluiti in bicchieri di acqua che l’uomo era costretto a bere. 

Eseguita l'ordinanza di custodia cautelare in carcere, la badante agrigentina è stata accompagnata - sempre dai poliziotti della squadra mobile - al carcere "Pasquale Di Lorenzo". 

AgrigentoNotizie è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Schiaffi e pugni contro il nonnino disabile di cui doveva prendersi cura": arrestata badante
AgrigentoNotizie è in caricamento