rotate-mobile
L'intervento / Via Atenea

Aggredito e selvaggiamente picchiato a Porta di Ponte: sessantenne finisce in ospedale

Non è chiaro se i due si fossero dati o meno appuntamento o se, invece, si sono incontrati per un caso fortuito

Forse si conoscevano? Forse fra i due vi sarebbero stati pregressi motivi di rancore ed astio? Il perché della baruffa, una maxi scazzottata fra due agrigentini, verificatasi ieri mattina a Porta di Ponte non è chiaro. Né se i due effettivamente si conoscessero o meno. Spetterà, naturalmente, ai carabinieri del nucleo Operativo e Radiomobile della compagnia di Agrigento provare – indagando sull’aggressione – a fare chiarezza. Di certo c’è che un sessantenne agrigentino è finito al pronto soccorso dell’ospedale “San Giovanni di Dio” con la frattura del setto nasale e diversi ematomi ed escoriazioni al volto. L’uomo non è, per sua fortuna, in pericolo di vita, ma se l’è vista brutta.

A picchiarlo, e in maniera selvaggia, sarebbe stato un altro agrigentino. Non è chiaro se i due si fossero dati o meno appuntamento o se, invece, si sono incontrati per un caso fortuito. All’improvviso però i toni si sono fatti pesanti, qualcuno fra coloro che sono soliti stare a Porta di Ponte ha anche sentito urlare. Poi, appunto, la baruffa. Il sessantenne è stato raggiunto da schiaffi e pugni al viso. E’ stato, naturalmente, lanciato l’allarme e all’ingresso della via Atenea, oltre che la pattuglia dei carabinieri del nucleo Operativo e Radiomobile si è portata anche un’autoambulanza del 118. Nel frattempo, l’aggressore – che sarebbe rimasto illeso – è riuscito ad allontanarsi e a far perdere ogni sua traccia. Il sessantenne ferito è stato soccorso e trasferito al presidio ospedaliero di contrada Consolida dove, appunto, i medici lo hanno sottoposto a tutti i controlli sanitari ritenuti necessari e alle medicazioni. Non è escluso, ma non c’è conferma istituzionale al riguardo, che i carabinieri del Nor, già ieri, possano aver sentito la vittima dell’aggressione. Ed il tutto naturalmente per cercare, e anche rapidamente, di identificare l’aggressore. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggredito e selvaggiamente picchiato a Porta di Ponte: sessantenne finisce in ospedale

AgrigentoNotizie è in caricamento