rotate-mobile
Carabinieri / Licata

"Maltrattamenti in famiglia in danno della moglie", deve scontare 3 anni e 6 mesi: arrestato

Il trentaduenne, che era già sottoposto agli arresti domiciliari, è stato portato al carcere "Pasquale Di Lorenzo"

E’ stato riconosciuto colpevole dell’ipotesi di reato di maltrattamenti in famiglia, commesso a Legnago in provincia di Verona. E per questo è stato condannato a tre anni e sei medi di reclusione. E’ in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica di Verona che i carabinieri hanno arrestato, e portato alla casa circondariale “Pasquale Di Lorenzo” di Agrigento, un trentaduenne di Licata. Un giovane che era già sottoposto agli arresti domiciliari.

I maltrattamenti in famiglia, ai danni della moglie nel caso specifico, si sono consumati a Legnago, in provincia di Verona, dove il licatese viveva. Da quella realtà, l'uomo era, da un po’ di tempo, tornato nella "sua" Licata dove era stato posto ai domiciliari. Nei giorni scorsi, arrivato l'ordine di esecuzione della detenzione in carcere dove dovrà scontare i restanti poco più di due anni, i carabinieri lo hanno rintracciato e dopo le formalità di rito, il trentaduenne è stato portato in carcere.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Maltrattamenti in famiglia in danno della moglie", deve scontare 3 anni e 6 mesi: arrestato

AgrigentoNotizie è in caricamento