rotate-mobile
Chiusa l'inchiesta / San Leone

"Ristorante e bar abusivi in piazzale Giglia", la procura chiede il processo

Giuseppe Arnone, presidente dell'associazione ambientalista intitolata al padre Giosuè, dalle cui denunce è scaturita l'indagine, annuncia la costituzione di parte civile

Ristorante e bar abusivi in piazzale Giglia, nel cuore di San Leone? La procura della Repubblica di Agrigento chiude l'inchiesta e manda a processo i responsabili delle presunte irregolarità. 

A comunicarlo, inviando la documentazione della procura generale a cui aveva chiesto l'avocazione delle indagini sottolineando l'inerzia della procura di Agrigento, è Giuseppe Arnone.

Lo stesso, nella qualità di presidente dell'associazione ambientalista intitolata al padre, ha chiesto la documentazione per costituirsi parte civile "e tutelare gli obiettivi perseguiti dallo statuto".

L'ex consigliere comunale ed ex presidente regionale di Legambiente, nell'estate del 2022, ha presentato due denunce segnalando irregolarità di natura edilizia nella realizzazione di due locali in piazzale Giglia, parte delle quali nei pressi della spiaggia.

Accuse che tiravano in ballo pure un assessore comunale di allora che gestisce alcune attività imprenditoriali.

Nei giorni scorsi il magistrato della procura generale Giuseppe Fici gli ha comunicato che, in seguito alla richiesta di avocazione delle indagini, i pm di Agrigento hanno provveduto a "esercitare l'azione penale" ovvero chiedere il rinvio a giudizio o disporre la citazione diretta a seconda della qualificazione dei reati.

AgrigentoNotizie è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ristorante e bar abusivi in piazzale Giglia", la procura chiede il processo

AgrigentoNotizie è in caricamento