rotate-mobile
Sabato, 25 Maggio 2024
Cronaca

Cimitero di Piano Gatta, il Tar accoglie il ricorso: si sbloccano i lavori

Sbloccata la questione sulla gestione della struttura, già lunedì potrebbero ripartire le interlocuzioni per la costruzione di nuovi loculi

Cimitero di Piano Gatta, a distanza di un anno e mezzo dall'avvio del braccio di ferro tra Comune e privati che ha portato oggi allo stallo della struttura, il Tar ha annullato tutto dando ragione alla società subentrata nella gestione.

Il Tribunale amministrativo regionale, infatti, ha accolto il ricorso della "Global Service”,
difesa dagli avvocati Vincenzo Airò e Girolamo Rubino e ha disposto l'annullamento del diniego che il Municipio aveva opposto all'acquisizione, da parte di questa, del ramo d'azienda della "Europa Costruzioni" connessa alla gestione e costruzione del cimitero. Un passaggio di consegne che il privato dovette realizzare perché costretto da procedure esecutive di liquidazione, ma che non convinse il Municipio, il quale appunto stoppò tutto dando il via ad una lunga vicenda giudiziaria che adesso si è conclusa con un nulla di fatto. Il Tar, che aveva già respinto la richiesta di sfratto avanzata dal Comune nei confronti della ditta - che in attesa era rimasta dentro i locali di Piano Gatta-, ha ritenuto che l'atto di diniego vada annullato perché dalla comunicazione della cessione del ramo d'azienda all'Ente, potevano trascorrere al massimo sessanta giorni (sono passati quattro mesi in tutto) per presentare obiezioni. Superato questo periodo l'atto è da ritenersi perfezionato e le opposizioni sono possibili in casi specifici che in questo contesto non si sarebbero verificati.

Quindi, tutto azzerato e tutto riparte da capo, con il privato che già la prossima settimana dovrebbe recarsi al Comune per chiedere di riprendere con i lavori che potrebbero portare alla realizzazione di nuovi loculi e consentire la ripresa delle inumazioni, oggi praticamente sospese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cimitero di Piano Gatta, il Tar accoglie il ricorso: si sbloccano i lavori

AgrigentoNotizie è in caricamento