rotate-mobile
Cronaca

"Occupazione del suolo pubblico", il web si mobilita: online la petizione pro Farm

I responsabili dell’associazione artistica, Andrea Bartoli e Florinda Sajeva, avranno 90 giorni di tempo per rimuovere le opere sequestrate

Due installazioni artistiche, “Equilatera” e “Butterfly Home” del Farm Cultura Park, dovranno essere rimosse dai Sette cortili di Favara perché sarebbero state installate senza le dovute autorizzazioni. I tecnici del Comune, dopo alcuni controlli effettuati nei giorni scorsi, hanno riscontrato “occupazione abusiva di suolo pubblico”. Adesso i responsabili dell’associazione artistica, Andrea Bartoli e Florinda Sajeva, avranno 90 giorni di tempo per rimuovere le opere sequestrate. 

LEGGI ANCHE: "OCCUPAZIONE DEL SUOLO PUBBLICO"

Da oggi per sostenere Farm Cultural Park è online una petizione. “Firmiamo – scrivono gli ideatori della petizione - per chiedere l’immediato ritiro dell'ordinanza del comune (e le dovute scuse), per far sentire la voce delle tante Farm di tutta Italia, in nome di un profondo cambiamento. Ma firmiamo anche perché questo è un atto al quale siamo sottoposti quotidianamente e, superato spero in positivo il caso di Favara, dobbiamo saper ripartire, insieme, tutte e tutti noi, a ricostruire il concetto di bene comune per uscire dalle vecchie paludi e lavorare su di un nuovo equilibrio che lo governi”.

L’ hashtag per la petizione è: #noisiamofarmculturalpark. In tanti hanno scelto di firmare a favore dei "sette cortili". "Sapevamo - scrivono i gestori - già di avere tanti amici speciali che ci vogliono bene in giro per l'Italia e non solo, ma mai come adesso ne avevamo avuto dimostrazione. Tutto questo ci riempie il cuore e ci carica ancora di più per combattere una battaglia che non riguarda sono Farm e Favara, ma riguarda il futuro e lo sviluppo di tutto il nostro paese". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Occupazione del suolo pubblico", il web si mobilita: online la petizione pro Farm

AgrigentoNotizie è in caricamento