menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pesca illegale, operazione della Guardia costiera: sequestrati 15 chili di novellame

La pena pecuniaria complessiva è stata di 18mila euro. Il pesce sequestrato è il "bianchetto"

Contrasto alla pesca illegale, la Guardia costiera ha sequestrato 15 chili di prodotto ittico sottomisura. Nel dettaglio il pesce posto sotto sequestro è di tipo novellame di sarda, il "bianchetto", pescato e detenuto in contrasto alla normativa nazionale e comunitaria. L'operazione è avvenuta il 14 febbraio, ad operare è stato il personale militare dell’ufficio circondariale Marittimo di Sciacca

Il sequestro avvenuto presso il porto di Porto Palo del Comune di Menfi, e? scaturito a seguito della contestazione dell’inosservanza degli obblighi in materia di divieto di pesca, trasbordo e detenzione di specie ittiche sottomisura, (novellame di sarda) che, essendo in questo periodo in un stadio estremamente giovanile di sviluppo, necessita di particolare tutela per non depauperare la consistenza dello stock ittico.

Dall’attivita? ispettiva e? conseguita, nei confronti dei trasgressori, la contestazione di diverse violazioni di natura amministrativa, con la pena pecuniaria complessiva di 18.000 euro, unitamente al sequestro dell’attrezzatura utilizzata non conforme alla normativa vigente.

"Considerata l’importanza che riveste la tutela del consumatore e delle stesse risorse ittiche - fa sapere la Guardia costiera - rimane alta l’attenzione per il fenomeno della pesca di frodo che continuera? ad essere contrastata senza soluzione di continuita? dal personale della Guardia Costiera, nell’ambito delle sue peculiari funzioni istituzionali".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento