rotate-mobile
Palazzo dei Giganti

Permessi di costruire e condoni edilizi, Comune incassa 520 mila euro nel primo trimestre

L'assessore Principato: "Il merito va ai tecnici, pochi ma buoni che stanno dimostrando capacità e competenza"

E' di oltre 520 mila euro la cifra degli incassi accertati dalla riscossione dei condoni edilizi e dei permessi di costruire nel primo trimestre del 2023. 

"Nel dettaglio - ha spiegato l’assessore Gerlando Principato – sono stati incassati 226.698,79 mila euro solo dalla riscossione dei condoni edilizi e 294.655,95 mila euro per i permessi di costruire. Nei due anni di amministrazione Miccichè abbiamo accertato un incasso complessivo di oltre 2 milioni di euro (2.177.626,49 mila euro) dalla riscossione dei condoni edilizi e quasi 2 milioni di euro (1.931.779,45 mila euro) per i permessi di costruire". 

Dai dati contabili risulta che dopo la pandemia gli incassi delle pratiche di sanatoria hanno subito una crescita: 1.011.340,00 euro per l’anno 2021; 1.001.601,00 euro per l’anno 2022; 326.587,00 euro per il 2023 (primi tre mesi) mentre negli anni 2016 (684.943,00 euro), 2017 (671.723,00 euro) e 2018 (486.154,00) superavano complessivamente, di poco, il milione e mezzo di incassi. 

"Un risultato non indifferente – precisa l’assessore Principato – il cui merito va ai tecnici del comune di Agrigento in cui ho creduto fin dal primo mese di insediamento. "Pochi ma buoni" che stanno dimostrando capacità e competenza. A loro va il ringraziamento, mio personale e del sindaco Micciché, per la continuità dei risultati ottenuti".  

Dati positivi del primo trimestre, che presentano un miglioramento anche dei precedenti anni per il condono edilizio: del +35% (79.420,88 euro) rispetto al 2019, +56% (125.971,83euro) rispetto al 2020, +19% (43.934,59 euro) rispetto al 2021 e +37% (83.405,45euro) rispetto al 2022 e per i permessi di costruire: del +10% (28.459,78 euro) rispetto al 2019, +74% (216.912,13euro) rispetto al 2020, +48% (140.014,52 euro) rispetto al 2021 e +39% (115.721,15euro) rispetto al 2022.

"Un risultato che mi rende particolarmente soddisfatto - conclude l'assessore Gerlando Principato - perché in pochi credevano nel raggiungimento dell'obiettivo, nella capacità e competenza degli uffici di portare avanti una grande mole di lavoro. Regolarizzare queste pratiche, lo ripetiamo perché ne siamo convinti, elimina il freno al mercato sblocca le compravendite, attiva iniziative per la rigenerazione del territorio e garantisce entrate nelle casse del Comune". 


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Permessi di costruire e condoni edilizi, Comune incassa 520 mila euro nel primo trimestre

AgrigentoNotizie è in caricamento