Questura: Peritore lascia Agrigento, arriva Egidio Giannantonio

L'ormai ex vicario della Questura è stato assegnato al ministero dell'Interno - dipartimento Pubblica sicurezza, ufficio centrale ispettivo - con l'incarico di ispettore generale

Giuseppe Felice Peritore

Dopo 5 anni e 10 mesi, Giuseppe Felice Peritore - promosso a dirigente superiore - lascia Agrigento dove ha ricoperto l'incarico di vicario del questore. 

Promozione per Giuseppe Peritore: il vicario diventa questore

Al suo posto, l'otto giugno, si insedierà il primo dirigente Egidio Giannatonio attuale dirigente della Digos di Palermo. 

Lo scorso 6 maggio, il consiglio di amministrazione - presieduto dal capo della polizia: il prefetto Franco Gabrielli - ha promosso Peritore quale dirigente superiore. Nelle ultime ore è stato assegnato al ministero dell'Interno - dipartimento Pubblica sicurezza, ufficio centrale ispettivo - con l'incarico di ispettore generale.

Nel lasciare le funzioni di vicario, svolte alla Questura di Agrigento dal primo agosto 2014, Peritore ha rivolto una lettera di ringraziamento e saluto a tutti i funzionari e a tutto il personale della Questura "per la preziosa e proficua collaborazione prestata". 

Peritore, nell'amministrazione dal 1988, dopo una breve permanenza alla Questura di Bergamo ha prestato servizio alla Questura di Palermo ricoprendo vari incarichi tra i quali dirigente della sezione Investigativa della Digos e dirigente dei commissariati distaccati di Termini Imerese e Bagheria. Adesso, per lui, dopo la lunga parentesi agrigentina, questo nuovo e prestigioso incarico.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La lettera di Peritore

Cari colleghi,
in questo momento non è consentito, per ovvie ragioni, poter utilizzare altre forme per manifestarvi un doveroso ringraziamento ed un affettuoso saluto, per cui I' unico rimedio utile rimane quello, forse più antico, della lettera, avendo deciso di scartare la possibilità di ricorrere ad un freddo messaggio video. Sono convinto che le emozioni si alimentano a vicenda, per cui è necessario guardarsi negli occhi quando si comunicano sentimenti, affetti e ricordi di un tratto di strada percorso insieme.
Certo avevo immaginato, come di consueto, una più consona organizzazione per poter condìvidere il sudato traguardo raggiunto, la promozione a Dirigente Superiore, e soprattutto per potervi adeguatamente ringraziare e salutare personalmente, dovendo assumere altro incarico, ma ci consoliamo rimandando questo momento ad un periodo successivo, speriamo il più breve possibile.
Sento, comunque, la necessità di esprimere a tutti i Funzionari e tutto il personale della Questura di Agrigento, che resterà il luogo del cuore, tutta la mia piena e convinta gratitudine per come mi avete accolto e per la generosa collaborazione manifestata in ogni circostanza.
Il percorso non è stato semplice e i momenti di tensione e di apprensione non sono mancati, ma insieme siamo sempre riusciti a trovare la giusta soluzione, per superare ogni difficoltà ed ostacolo, grazie anche alle sapienti ed illuminanti indicazioni fornite dai Questori con cui abbiamo avuto I' onore e fortuna di collaborare.
Mi sia consentito ringraziare adeguatamente straordinari Alti Dirigenti, il cui insegnamento resterà per me fondamentale, il Dr. Mario Finocchiaro, il Dr. Maurizio Auriemma e la Dr.ssa Rosa Maria Iraci, accumunati dalla grande professionalità ed alto senso dello Stato, che hanno segnato nella storia della Questura una traccia indelebile e significativa. Il loro operato nelle complesse funzioni di Questore ha permesso di affrontare una delle più gravi emergenze nazionali degli ultimi anni.
Lo stesso ringraziamento rivolgo a tutti voi, per I' impegno che sempre ci avete messo e per le difficoltà che abbiamo dovuto affrontare anteponendo il servizio alle nostre esigenze personali. Siate certi che non dimenticherò mai questa straordinaria esperienza, umana prima ancora che professionale.
Un doveroso e sentito ringraziamento va riferito ai Segretari Provinciali e Rappresentanti delle OOSS dei sindacati del personale di polizia e del personale dell' Amministrazione civile del Ministero dell' Interno, per il costante confronto leale nel rispetto di ruoli assegnati, ma sempre rivolto alla ricerca delle migliori condizioni lavorative di tutti i colleghi.
IL risultato che oggi mi raggiunge idealmente è merito dell' impegno di ciascuno, tutti ci dobbiamo sentire orgogliosi per quello che abbiamo fatto e per aver servito con onore e disciplina I' Amministrazione della Polizia di Stato, fondamentale Istituzione per il Paese e punto di riferimento per i cittadini.
Ringraziandovi convintamente, vi giunga forte il mio augurio di avere ogni bene e felicità e nella vita professionale i riconoscimenti che meritate.
Grazie di cuore. Giuseppe Felice Peritore

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 7 nuovi casi: 3 ad Aragona, 2 a Sciacca, 1 ad Agrigento e a Palma

  • Passeggero della Tua positivo al Covid 19, l'Asp: "Chi ha viaggiato su questo bus ci contatti immediatamente"

  • Boom di contagiati da Covid 19 a Sciacca, adesso sono 29: ci sono anche un neonato e la sua famiglia

  • Schizza il bilancio dei positivi nell'Agrigentino, ancora casi a Canicattì e Licata

  • Coronavirus, è record di nuovi contagi in Sicilia (+179): 6 per Agrigento, arrivano i primi tamponi rapidi

  • Si sente male in spiaggia e si accascia, inutili i soccorsi: muore 66enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento